menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Usura ed estorsione aggravata nell'Agro: finisce nei guai Passante

Giuseppe Passante è personaggio già noto per reati contro il patrimonio con minacce e violenza alla persona, anche servendosi di armi, sui quali, naturalmente, "svettava" la partecipazione al clan camorristico di Pagani, "Contaldo"

Nelle prime di questa mattina, i carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Salerno, nei confronti di Giuseppe Passante, personaggio già noto per reati contro il patrimonio con minacce e violenza alla persona, anche servendosi di armi, sui quali, naturalmente svettava la riconosciuta partecipazione, agli inizi dello scorso decennio, al clan camorristico di Pagani, "Contaldo". In particolare, le indagini della Procura Distrettuale Antimafia di Salerno hanno conseiitito di portare alla luca una assidua attività di finanziamento messa in piedi da Passante negli anni 2014 e 2015 nei confronti di numerosi piccoli imprenditori. Grazie agli elementi acquisiti, è stato accertato il delitto di usura aggravata ai danni di un imprenditore di Pontecagnano, operante nel settore della balneazione.

Contro le resistenze della vittima nel pagare gli interessi richiesti in due occasioni, nel mese di dicembre 2014,  Passante ricorse ad atteggiamenti intimidatori, in tal modo rendendosi colpevole anche di estorsione aggravata. Nel corso delle indagini, iniziate nel marzo del 2015, sono state eseguite numerose perquisizioni ed è stata sequestrata all'uomo la somma di 30.000 euro in contanti, con provvedimento confermato di recente dal Tribunale del Riesame di Salerno.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento