rotate-mobile
Cronaca Agropoli

Mps Agropoli, Mussari e Vigni rinviati a giudizio per usura bancaria

La Procura di Vallo della Lucania rinvia a giudizio l'ex presidente e l'ex direttore generale di Mps. Il reato di usura bancaria riguarda la filiale di Agropoli. Tutto parte da una denuncia di un imprenditore

L'ex presidente del Monte dei Paschi di Siene Giuseppe Mussari e l'ex direttore generale Antonio Vigni sono stati rinviati a giudizio per usura bancaria dal gip del tribunale di Vallo della Lucania. La decisione è stata presa in un provvedimento avviato dopo l'esposto di un imprenditore della zona. Troppo alto, infatti, quel tasso del 35% pagato per un prestito per la sua impresa a fronte di un tasso medio che, secondo la legge, doveva fermarsi intorno al 14,753 per cento. Così alto che, quando ha fatto i conti sulle carte che gli aveva inviato la "sua" banca, la filiale di Agropoli  del Monte Paschi di Siena, non ha avuto dubbi e ha portato tutto alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania.

Il Gip ha assunto la decisione su richiesta del pm Alfredo Greco, che per mesi ha ricostruito i meccanismi di formazione di quei tassi, i Teg (tassi effettivi globali) che così tanto si discostavano dai tassi medi previsti dalla legge e che sono al centro anche dell'inchiesta della Procura della Repubblica di Trani che proprio ieri ha fatto notificare 62 avvisi di conclusione delle indagini a vertici di banche e finanziarie. In Campania Mussari e Vigni sono finiti nell'inchiesta perché, in qualità di presidente e direttore generale - stando all'accusa - avrebbero autorizzato interessi usurari ai danni del cliente della banca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mps Agropoli, Mussari e Vigni rinviati a giudizio per usura bancaria

SalernoToday è in caricamento