Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Pollica

Covid nel Cilento, Pisani: "A metà aprile vaccini agli addetti del turismo"

Reduce da un incontro con il direttore generale dell'Asl di Salerno, Mario Iervolino per mettere a punto il programma di vaccinazioni degli operatori cilentani, il sindaco di Pollica è promotore dell'iniziativa alla quale hanno aderito dodici primi cittadini cilentani

"Se tutto andrà per il verso giusto, entro maggio il Cilento tornerà ad essere meta turistica nazionale ed internazionale, in assoluta sicurezza". Sono le parole del sindaco di Pollica Stefano Pisani che annuncia l'avvio, da metà aprile, di una campagna vaccinale destinata agli operatori del comparto turistico del Cilento con l'obiettivo di riavviare il motore di uno dei settori più importanti dell'economia del territorio a sud di Salerno. Reduce, oggi, da un incontro con il direttore generale dell'Asl di Salerno, Mario Iervolino, per mettere a punto il programma di vaccinazioni degli operatori cilentani, Pisani è promotore dell'iniziativa alla quale hanno aderito dodici sindaci dei Comuni costieri del Cilento (Castellabate, Montecorice, San Mauro Cilento, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Camerota, Centola, Ispani, Sapri, San Giovanni a Piro e Vibonati) e non nasconde la propria soddisfazione.

L'annuncio 

Per Pisani "è un giorno importante". "La vaccinazione degli operatori delle località turistiche del Cilento è un passaggio essenziale per la ripresa della nostra economia - spiega il primo cittadino di Pollica - E' indispensabile la messa in sicurezza dei nostri concittadini impegnati nel settore, se vogliamo garantire la sicurezza degli ospiti che, spero molto presto, torneranno ad affollare il Cilento. Dobbiamo tornare ad essere competitivi, soprattutto per vincere la battaglia nei confronti della concorrenza estera che si e' fatta sempre piu' agguerrita, come raccontano le cronache di questi giorni. Ma per essere competitivi e' necessario ripartire in sicurezza". Il piano di vaccinazioni prevede una stretta collaborazione tra pubblico e privato. "Il piano, che sarà pronto già dopo pasqua, prevede una stretta sinergia tra amministrazioni comunali e operatori privati, con il coinvolgimento di medici di base e operatori sanitari volontari, il coinvolgimento dell'Asl di Salerno e la Regione Campania. Non ci sarà alcun pericolo di sovrapposizione, piuttosto, rispettando il piano nazionale vaccinale che prevede la somministrazione dei vaccini per fasce di eta', la nostra campagna vaccinale rappresenterà un percorso di vaccinazioni parallelo che, mettendo in sicurezza il personale delle strutture e dei servizi turistici, raddoppierà l'efficacia del piano nazionale sul territorio cilentano." "Rispettando le tappe previste dal piano - conclude Pisani - sono sicuro che il Cilento diventerà presto un modello da imitare. La ripresa turistica di un territorio non puo' prescindere dalla messa in sicurezza dei suoi attori principali. Grazie a tutti gli operatori, grazie ai sindaci, grazie al direttore generale dell'Asl di Salerno, Mario Iervolino, e grazie al presidente della Regione Vincenzo De Luca, che hanno creduto in questa iniziativa."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid nel Cilento, Pisani: "A metà aprile vaccini agli addetti del turismo"

SalernoToday è in caricamento