Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Rinunciatari e non iscritti: rallenta la campagna vaccinale in Campania, parla De Luca

Intanto, per la riduzione del numero dei vaccini Pfizer e Moderna, a luglio si proseguirà la campagna vaccinale principalmente con la somministrazione delle seconde dosi nel nostro territorio provinciale

Preoccupazione e amarezza per il rallentamento della campagna vaccinale, in Campania, da parte del Governatore Vincenzo De Luca che, nella consueta diretta del venerdì, ha sottolineato i rischi che numerosi cittadini hanno deciso di correre, in tema di contagio, non presentandosi alle convocazioni per la somministrazione delle dosi o non iscrivendosi in piattaforma. In particolare nella città di Napoli, emerge un notevole assenteismo nonostante galoppino le varianti del virus: "Ricordo che la variante Delta è aggressiva soprattutto con i cittadini al di sotto dei 40 anni - ha sottolineato il presidente - Se si va avanti così, ad autunno avremo una nuova ondata e dovremo chiudere di nuovo tutto. Lo scorso giugno contavamo un solo positivo e a settembre è accaduto il peggio. Oggi ne contiamo 110: gli asintomatici contagiano, così come i non vaccinati che sono esposti. Ognuno sia consapevole delle sue scelte".

La situazione nel salernitano

Intanto, per la riduzione del numero dei vaccini Pfizer e Moderna, a luglio si proseguirà la campagna vaccinale principalmente con la somministrazione delle seconde dosi nel nostro territorio. Gli open day saranno dedicati a categorie particolari: ad esempio, a Corbara presso il centro vaccinale del palazzo di vetro il 26 giugno, dalle 15.30 alle 18, ci sarà libero accesso al personale sanitario con cognome dalla m alla z.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinunciatari e non iscritti: rallenta la campagna vaccinale in Campania, parla De Luca

SalernoToday è in caricamento