menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini anti-Covid al Centro Sociale: mail erroneamente in spam, niente megafoni e nessun riparo per fragili e anziani

Un altro pomeriggio da incubo, ieri, presso il punto vaccinale del Centro Sociale: ecco la denuncia di diversi lettori

Ancora caos e disagi, al punto vaccinale del Centro Sociale di Salerno: ieri, diversi cittadini ci hanno segnalato numerose anomalie e difficoltà riscontrate sul posto. Per iniziare, secondo il racconto dei lettori, al momento della chiamata del turno delle somministrazioni, tutti i presenti sono costretti ad assembrarsi attorno all'addetto che scorre i nominativi dei vaccinandi senza megafono: se, ad esempio, sfortunatamente, una persona non riuscisse a sentire il suo nome, l'addetto proseguirebbe nelle chiamate e la persona in questione perderebbe il suo posto. Non solo: non sono previsti gazebo o punti di riparo per chi attende, in caso di pioggia.

E, come se non bastasse, a causa di un problema legato ad alcune mail finite in spam, ieri pomeriggio, diverse persone sono state aggiunte pur non essendo presenti nelle liste dei nominativi già stampate, in quanto, per problemi informatici, le loro convocazioni non erano state conteggiate dalla macchina organizzativa. "E' stato un incubo - ci racconta una lettrice- Persone convocate alle 17, hanno ricevuto la dose vaccinale alle 19.30: parliamo di anziani e fragili. Davvero un'organizzazione pessima". Dello stesso avviso altri cittadini che hanno notato come l'inserimento di numeri per il turno o il semplice utilizzo di un megafono, riuscirebbero a migliorare, di molto, le modalità di convocazione dei vaccinandi in lista. L'auspicio è che, celermente, si prendano provvedimenti adeguati, per risparmiare altre attese e nuovi disagi all'utenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento