Cronaca

Vaccini per il comparto giustizia, soddisfatta l'associazione "Juris Laetitia”

L’associazione presieduta dall’ avv. Sisto Gatto, unitamente al direttivo composto dagli avv.ti Claudio Vestuti, Manuel Gatto e Ida Gesummaria ha interessato l’ Onorevole avv. Carmelo Miceli (PD), autore di un’interrogazione sull’argomento al Ministro della Giustizia Cartabia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

L’ Associazione “Juris Laetitia” apprende con entusiasmo l’accoglimento della richiesta, da parte della Regione Campania, di provvedere ad una campagna vaccinale prioritaria dedicata ai componenti del Comparto Giustizia, per garantire lo svolgimento di un servizio essenziale a tutela dei diritti dei cittadini. L’Associazione di studi giuridici “Juris Laetitia” si è attivata subito per sensibilizzare le varie Istituzioni interessate e gli Enti competenti affinché si procedesse all’inserimento degli operatori del settore Giustizia tra le categorie da vaccinare prioritariamente su base volontaria. Per questo motivo, l’associazione presieduta dall’ avv. Sisto Gatto, unitamente al direttivo composto dagli avv.ti Claudio Vestuti, Manuel Gatto e Ida Gesummaria ha interessato l’ Onorevole avv. Carmelo Miceli (PD), autore di un’interrogazione sull’argomento al Ministro della Giustizia Cartabia, il quale ha chiesto al Guardasigilli regole nazionali omogenee nonché una cabina di regia comune per evitare disparità paradossali tra regioni. Dopo il contatto con “Juris Laetitia”, il predetto Deputato siciliano ha ribadito la propria dichiarazione secondo la quale: “La giustizia è un servizio essenziale e i suoi operatori vanno messi in sicurezza, tutti. Non solo i giudici ma anche gli avvocati, i praticanti e i cancellieri” e pertanto continuerà a richiedere un piano unico per gli appartenenti al settore Giustizia.Dello stesso avviso l’ avv. Claudio Vestuti di Montecorvino-Rovella, referente di “Juris Laetitia” per le zone Salerno-Sele-Picentini, che mostra soddisfazione per le ultime comunicazioni regionali e gratitudine, anche da parte di tutta l’Associazione, al Consiglio dell’ Ordine degli avvocati di Salerno per l’attività svolta in tal senso rimarcando, con forza, la richiesta di provvedere in merito con urgenza e in tempi rapidissimi. La richiesta scaturisce da numerose sollecitazioni  di molti avvocati e operatori del comparto che svolgono le loro quotidiane attività in uffici periferici importanti, cruciali per il rispetto della legge sul territorio, ma che non sempre consentono il rispetto di misure idonee di distanziamento o di ingresso contingentato come può avvenire negli Uffici del capoluogo esponendo, in misura ancora maggiore, utenza e lavoratori ad un rischio elevato di contagio.“E’ opportuno ricomprendere –continua l’ avv. Vestuti- anche i tanti praticanti avvocati, che ugualmente frequentano i Tribunali e le Cancellerie, tra le categorie maggiormente a rischio, anche in previsione del prossimo esame di Stato che li vedrà impegnati in presenza, come giustamente già sottolineato dall’ On.Miceli, così da assicurare a tutti i livelli e per qualsivoglia strato del servizio giustizia ampia tutela, da non confondere con una sorta di privilegio per la categoria ma semplicemente per non rischiare di comprimere ulteriormente le garanzie che i cittadini debbono avere circa l’effettivo svolgimento di servizi essenziali, come appunto è la tutela legale, in ogni ordine e grado”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini per il comparto giustizia, soddisfatta l'associazione "Juris Laetitia”

SalernoToday è in caricamento