Cronaca

Vallo della Lucania: storica visita di monsignor Ciro Miniero

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Storica visita al Santuario Diocesano del monte Cervato Lunedì 29 luglio 2013, due vescovi sono saliti al monte Cervati.
Per il vescovo di Teggiano-Policastro Mons. Antonio De Luca è stata la seconda volta in quindici giorni (la prima storica visita è stata il 14 luglio 2013 e presente anche il Cav. Attilio De Lisa), invece per il vescovo di Vallo della Lucania Mons. Ciro Miniero è stata la prima visita in assoluto.
I due vescovi sono saliti assieme da Sanza e sono stati accompagnati dai sindaci di Sanza e di Piaggine, e dal comandante della Compagnia dei Carabinieri di Sapri tenente Emanuele Tamorri, dal comandate della stazione Carabinieri di Sanza, dalle guardie forestali di Vallo della Lucania e dal presidente della Comunità Montana Valle dell'Angelo.
Scopo della salita al monte più alto della Campania è stata la conoscenza dei luoghi, una presa visione del territorio confinante tra
Sanza e Piaggine, la venerazione alla Madonna delle Neve sia nel santuario diocesano montano ricadente nel Comune di Sanza che nella grotta ricadente nel Comune di Piaggine.
L'incontro era stato sollecitato e che si prefigge lo sviluppo turistico del territorio, dei prodotti locali e tra gli altri scopi la costruzione di un santuario alla Madonna della neve Monte Cervati.
Di nuovo sono venute a galla vecchie questioni. Per questo è avvenuto questo incontro tra i vescovi e i sindaci, tenendo ben distinti il campo religioso con la sua storia e le sue norme, e il campo civile con la sua storia e le sue diverse norme.
La conclusione dell'incontro è nelle parole del vescovo De Luca d'intesa col vescovo Miniero:
"Il santuario sul Cervati c'è già ed è uno solo: deve essere aperto e disponibile a tutti i fedeli, sotto la direzione e la responsabilità pastorale del parroco di Sanza" e quindi dell'attuale Don Giuseppe Spinelli e così in seguito.
Infine il Cav. Attilio De Lisa di Sanza (Sa) della Diocesi di Teggiano-Policastro come Cattolico Cristiano praticante e confratello della stessa confraternita, elogia ed onora le parole di Mons. Antonio De Luca di riferimento ed invita la Politica e i concittadini sia di Sanza (Sa) che di Piaggine di agire sempre per il Bene della Madonna della Neve e della Chiesa Cattolica e con grande vocazione religiosa.
.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vallo della Lucania: storica visita di monsignor Ciro Miniero

SalernoToday è in caricamento