Cronaca

Altare del '700 ritrovato in un negozio del Vallo di Diano: la ricostruzione

La scoperta è stata fatta dai carabinieri nel corso di un controllo all'interno di un'attività commerciale di Polla. Il suo valore ammonterebbe a circa 200 mila euro

I carabinieri di Sala Consilina hanno rinvenuto, all’interno di un negozio della zona sud della provincia di Salerno, un altare del ‘700 e una Madonna con Bambino, che, inizialmente, si pensava fossero stati rubati da una cappella privata situata nel comune di Curti, in provincia di Caserta. Il suo valore ammonterebbe a circa 200 mila euro

Il caso

Di qui l’avvio delle indagini che hanno portato al ritrovamento dell’altare della scuola Napoletana della metà del Settecento nel corso di un controllo in un negozio di antiquariato di Polla. Secondo la ricostruzione effettuata successivamente, il legittimo proprietario dell'altare (erede della famiglia proprietaria della cappella di Curti), avrebbe, per mancanza di un sito idoneo dove collocare il manufatto, posizionato temporaneamente, presso un locale di Polla, l'altare in questione.

Il Tribunale di Lagonegro, quindi, ha revocato il provvedimento di sequestro emanato dalla Procura di Sala Consilina. Si segnala, inoltre, che il conduttore del locale dove l'altare è stato depositato (un antiquario) è totalmente estraneo alle indagini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altare del '700 ritrovato in un negozio del Vallo di Diano: la ricostruzione

SalernoToday è in caricamento