Picchiava la moglie davanti alle figlie: scatta il divieto di avvicinamento

Gli episodi finiti nel mirino della Procura sarebbero diversi. In una occasione la donna sarebbe stata aggredita dal marito riportando un trauma cranico, mentre in altre occasioni l’avrebbe minacciata con un’ascia o di buttarla giù dalla finestra

Avrebbe minacciato e picchiato la moglie, davanti alle figlie minorenni, per cinque anni. Per questo  un 50enne del Vallo di Diano è stato colpito dal divieto di avvicinamento nei confronti della consorte. Ad eseguire il provvedimento a difesa della vittima sono stati i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina.

Le accuse

Gli episodi finiti nel mirino della Procura di Lagonegro sarebbero diversi. In una occasione la donna sarebbe stata aggredita dal marito riportando un trauma cranico, mentre in altre occasioni l’avrebbe minacciata con un’ascia o di buttarla giù dalla finestra. Di qui le indagini da parte dei militari dell’Arma che hanno portato alla misura restrittiva nei confronti del 50enne valdianese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento