menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciavano detergente per disinfettante anti-Coronavirus: denunciati due commercianti

Blitz della Guardia di Finanza in un negozio di Vallo della Lucania e in un’azienda di Nocera Inferiore dove sono state rinvenute oltre a 30mila etichette adesive recanti attestazioni non veritiere

Sono oltre 3000 i flaconi di detergente per le mani, spacciato illegalmente per disinfettante, sequestrati dalla Guardia di Finanza di Salerno.

Il blitz

In un negozio di detersivi di Vallo Della Lucania, i militari hanno individuato l’anti-settico “tarocco”, commercializzato con etichette che vantavano proprietà igienizzanti contro virus, batteri e funghi, senza alcuna indicazione, però, della necessaria certificazione del Ministero della Salute. Il prodotto era stato peraltro registrato come “cosmetico”, categoria merceologica alla quale non è possibile attribuire alcuna funzione biocida in genere. Dopo aver sottoposto a sequestro i primi 150 flaconi, le Fiamme Gialle vallesi sono risalite alla società produttrice, con sede nell’Agro nocerino-sarnese, presso la quale i militari della Compagnia di Nocera Inferiore ne hanno rinvenuti e cautelati ulteriori tremila (già confezionati), oltre a 30 mila etichette adesive recanti attestazioni non veritiere. Al termine dell’attività ispettiva, i titolari delle due attività commerciali sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di “frode nell’esercizio del commercio” e rischiano ora la reclusione fino a due anni o la multa per oltre 2000 euro.    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento