rotate-mobile
Cronaca Bellizzi

Circo Orfei a Bellizzi, pronto il sit in di protesta dei volontari di Lav e Veg

Bassano: "Sarà importante esserci anche per ricordare Aleksander, inseguito e schiacciato contro un cancello da un circense del Rinaldo Orfei prima di essere ucciso da una dose troppo alta di sedativo"

Le associazioni Veg Campania e Lav Salerno scendono nuovamente in campo per difendere la vita degli animali. Domani saranno a Bellizzi, in occasione della permanenza del circo Orfei, per far sentire la loro voce. “Il 22 settembre sarà importante esserci - asserisce Nadia Bassano, Veg in Campania.- anche per ricordare Aleksander, inseguito e schiacciato contro un cancello da un circense del Rinaldo Orfei, ad Imola il 21 settembre 2012, prima di essere ucciso da una dose troppo alta di sedativo. Questo cucciolo di giraffa ha scelto la libertà alla vita da ergastolano in un circo viaggiante, non ha mai conosciuto l'Africa, ma ugualmente ha deciso di tentare una fuga disperata piuttosto che arrendersi alla schiavitù. Vi aspettiamo: dissentire dal comodo divano di casa non ha mai salvato nessuno.”

Sulla stessa linea i volontari Lav: "Vorremmo che tutti capissero che non c’è nulla di educativo in tali spettacoli, e che il circo veicola un messaggio sbagliato e pericoloso per tutti i bambini che vanno a vederlo. Ci domandiamo cosa spinga la gente ad acquistare un biglietto per vedere esseri viventi che scontano dalla nascita una condanna a vita senza aver commesso nessun reato. Rinnoviamo dunque l’invito a partecipare al sit in, che vedrà impegnati i volontari Lav e Veg in Campania, davanti al circo Orfei domenica 22 Settembre alle ore 15.30 a Bellizzi (Sa) in via Roma. Oltre alle comuni verifiche sulle condizioni in cui gli animali sono reclusi, e la conformità delle suddette condizioni ai regolamenti vigenti da parte delle guardie zoofile, i volontari saranno impegnati a distribuire volantini informativi delle associazioni partecipanti e saranno, come sempre, disponibili a fornire informazioni utili a chi fosse interessato, cercando di indirizzare quanta più gente possibile agli spettacoli di circhi senza animali. Perché  il circo contemporaneo, che mette in risalto le abilità dell’uomo, che non sfrutta gli animali, merita di esser conosciuto ed apprezzato; a differenza -concludono i volontari - di questa anacronistica ingiustizia, camuffata da luci e canzonette allegre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circo Orfei a Bellizzi, pronto il sit in di protesta dei volontari di Lav e Veg

SalernoToday è in caricamento