Venus in Furs dal vivo al controverso di Scafati

Dopo oltre 50 date per promuovere il loro ultimo disco “Carnival”, nuovi concerti per i pisani Venus In Furs , che suoneranno per tutta la Penisola fino ai primi mesi del 2018.
Il 22 Dicembre il loro tour, organizzato da Locusta Booking, farà tappa al Controverso di Scafati (SA), per una delle ultime date del 2017.

Il trio rock composto da Claudio Terreni (voce, chitarre), Marco “Zorro” Doni (basso, chitarre, contrabbasso) e Giovanni “Ciancia” Boschi (batteria, percussioni) ha fatto il suo esordio nel panorama indipendente nel 2011 con “Siamo Pur Sempre Animali”, disco al quale hanno partecipato Andrea Appino (Zen Circus), Gianluca Bartolo (Pan Del Diavolo) e Francesco Motta e che ha raccolto i favori di pubblico e critica. Nel 2013 è uscito l’Ep "BRA! Braccia Rubate All’Agricoltura”, accompagnato da un tour che ha toccato tutta l’Italia e che ha visto i Venus In Furs condividere il palco con moltissimi artisti di grande livello della scena musicale italiana. Dopo quasi due anni di lavoro è stato, infine, ultimato “Carnival”, secondo album uscito nel Febbraio 2016 per Phonarchia Dischi/Audioglobe/The Orchard.

La data di Scafati sarà una delle ultime occasioni per vedere la band toscana dal vivo prima che si dedichi completamente alla realizzazione del nuovo materiale.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Giornata della Memoria "Rudolf Hoss, il mostro di Aschwitz" a Salerno

    • Gratis
    • 26 gennaio 2020
    • art.tre associazione culturale
  • Locus solus a Nocera Inferiore

    • Gratis
    • dal 20 dicembre 2019 al 30 gennaio 2020
    • Fedele Studio
  • Detective al museo: va in scena "Delitto a vapore"

    • solo domani
    • 25 gennaio 2020
    • Museo Papi
  • "Years of denial live" arriva al Max Club di Salerno

    • dal 7 al 8 febbraio 2020
    • Max Club Live
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento