Vertenza La Città: la FNSI fa appello a Di Maio e Crimi

“Si tratterebbe di un’operazione contro la quale ci opporremo in tutte le sedi”, hanno concluso il presidente Giulietti e il segretario regionale del Sugc, Claudio Silvestri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

"Il Governo non può fare finta di non vedere quanto sta accadendo a Salerno per la chiusura del quotidiano La Città. Il ministro del Lavoro Luigi Di Maio e il sottosegretario all’Editoria Vito Crimi convochino le parti”. È quanto osservato dal presidente della FNSI Giuseppe Giulietti, anche a nome del segretario generale Raffaele Lorusso, a Napoli durante un incontro con i giornalisti de La Città di Salerno: “Le operazioni che si nascondono dietro la chiusura del giornale presentano profili più che opachi sui quali devono essere interessate la magistratura e l’Agcom”.

La società editrice ha cessato l’attività e messo in cassa integrazione a zero ore tutti i dipendenti, 13 giornalisti e 7 poligrafici. Il sospetto avanzato dai lavoratori e dal sindacato è che siano in corso operazioni per riportare il giornale in edicola senza i dipendenti. “Si tratterebbe di un’operazione contro la quale ci opporremo in tutte le sedi”, hanno concluso il presidente Giulietti e il segretario regionale del Sugc, Claudio Silvestri.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento