Vertenza Sita, Vetrella: "Lunedì un incontro con i vertici e i sindacati"

"Qualora l'azienda dimostrasse che i costi sono superiori ai ricavi - ha detto l'assessore regionale ai trasporti - non vedrei problemi per un adeguamento"

Autobus Sita

Dopo l'ultimatum della Sita Sud che si dice pronta a ritirare, dal 1 febbraio 2013, gli autobus dalle strade, sulla questione è intervenuto l'assessore regionale ai trasporti Sergio Vetrella: "Il problema con la Sita non è di un bilancio da risanare, ma che ciò che arriva dai contratti con le stazioni appaltanti non riesce più a coprire i servizi che offre".

L'assessore regionale ha sottolineato che "sinora la Sita, azienda privata di trasporto su gomma, ha sempre dimostrato di lavorare bene". Il delegato regionale ai trasporti della giunta Caldoro chiarisce, per quanto di competenza, di non essere contrario ad un eventuale adeguamento dei corrispettivi: "Qualora i costi reali fossero effettivamente superiori ai servizi, insisteremo affinché siano rivisti i contratti. Non ho io l'autorità per modificare i contratti in essere - spiega - ma insisterò affinché si chiarisca l'intero quadro. Se l'azienda dimostra che effettivamente i costi sono superiori ai ricavi, non vedo problemi per un adeguamento".

In attesa delle gare previste per la fine di gennaio, specifica Vetrella, "si continua con una proroga" dei contratti esistenti. L'assessore regionale cita anche un regolamento europeo, il 1370, "che prevede il cosiddetto obbligo di servizio e che consenta il ragionevole utile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Sita Sud copre con gli autobus i collegamenti tra Salerno e Napoli, Salerno e Avellino, Napoli-Scafati e Napoli-Pompei. L'azienda lamenta ammanchi provenienti dai contratti con le stazioni appaltanti e ha più volte sottolineato che se le cose non dovessero cambiare, lascerebbe la Campania già a partire dal primo febbraio prossimo. Se l'azienda dovesse confermare questa sua intenzione, sarebbero a rischio anche i dipendenti. Sergio Vetrella ha confermato l'incontro di lunedì prossimo con i vertici dell'azienda, i sindacati e le stazioni appaltanti, per "chiarire il quadro".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento