Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Giovedì Santo, l'arcivescovo Bellandi in carcere per benedire i detenuti

Don Petrone: "In vista della Santa Pasqua e della Resurrezione di Gesù, il nostro Arcivescovo ha benedetto oggi i detenuti, per portare poi la Santa Spina domani in ospedale, per gli ammalati, concludendo il cammino al Cimitero, domenica"

Raccoglimento e commozione, stamattina, presso la casa circondariale di Fuorni. Alle 10, infatti, l'arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno, Andrea Bellandi ha fatto tappa in carcere per un saluto alla polizia penitenziaria, all'amministrazione e ai detenuti.

L'iniziativa

Ad accoglierlo, il cappellano della casa circondariale, don Rosario Petrone. Non potendo celebrare la coena domini prevista, a causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19, monsignor Bellandi non ha inteso, ad ogni modo, far mancare la sua benedizione ai detenuti, a cui ha rivolto un messaggio di incoraggiamento a distanza, con un megafono. Intanto, il Rotary Club ha donato del materiale per l'igiene a chi è ristretto nella casa circondariale. "E' significativo come, in vista della Santa Pasqua e della Resurrezione di Gesù, il nostro Arcivescovo abbia benedetto oggi i detenuti, invitandoli a restare con gli occhi fissi sulla Croce, per portare poi la Santa Spina domani negli spazi antistanti all'ospedale, pregando per gli ammalati, e concluderà il cammino domenica, con la celebrazione eucaristica presso il Cimitero", ha osservato don Rosario Petrone.

Il Venerdì Santo del Vescovo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovedì Santo, l'arcivescovo Bellandi in carcere per benedire i detenuti

SalernoToday è in caricamento