menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viaggio della speranza per un futuro migliore, approda in Italia e muore a 33 anni

Yves era ospite del centro Sprar di Roscigno e tra pochi giorni avrebbe finalmente ottenuto i documenti e forse avrebbe potuto riabbracciare la moglie e una bambina da cui si era diviso

Non ce l'ha fatta, Yves, immigrato 33enne ospite del centro  d’accoglienza di Roscigno. Il giovane sabato scorso ha iniziato ad avvertire forti dolori alla testa e capogiri: ritenendo si trattasse di un  malessere di stagione, come riporta Infocilento, aveva rifiutato le cure del 118. Le sue condizioni, però, sono peggiorate 24 ore dopo: presso il pronto soccorso dell’ospedale di Roccadaspide, la Tac ha evidenziato un’emorragia cerebrale molto estesa che ha consigliato il trasferimento d’urgenza al “San Luca” di Vallo della Lucania. Esami più approfonditi hanno  permesso di evidenziare come Yves avesse le piastrine molto basse, tanto da impedire un qualsiasi intervento chirurgico.

Lo sgomento

La situazione è precipitata e il giovane è morto: probabilmente è stato stroncato da una leucemia fulminante. Arrivato nel nostro Paese su dei barconi dalla Costa d’Avorio, Yves era ospite del centro Sprar di Roscigno e tra pochi giorni avrebbe finalmente ottenuto i documenti e forse avrebbe potuto riabbracciare la moglie e una bambina da cui si era diviso per cercare fortuna in Europa. Purtroppo, il viaggio in cui sperava lo ha condotto ad una meta ben diversa da quella sognata. Dolore.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Rischio zona rossa in Campania: si riunisce l'Unità di Crisi

  • Cronaca

    Colta da malore durante un funerale: muore donna a Pisciotta

  • Cronaca

    Dramma a Cava, uomo precipita dal balcone e muore

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento