Vicinanza al premier Conte: "No a discriminazioni tra sindacati, la Cisal sia invitata ai tavoli di confronto"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

«No a discriminazioni tra le sigle sindacali». E’ l’appello rivolto da Gigi Vicinanza, dirigente provinciale della Cisal Metalmeccanici Salerno, al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. In una lettera al premier, Vicinanza, sottolineando le difficoltà legate all’emergenza Coronavirus, chiede che in sede di confronto ogni sindacato abbia pari dignità. «Sono fieramente contento del suo alto livello di premier al nostro governo nazionale – sottolinea– Non vorrei trovarmi al suo posto ed in questo delicato momento, che non ha precedenti, capisco le tantissime difficoltà a far fronte alle esigenze della nostra amata Italia. Apprezzo gli sforzi che sta sopportando, cosa non facile e non da tutti. Come cittadino mi sento onorato della sua presidenza. Ma voglio solo richiamarla ad un’attenzione che fa parte della mia esistenza personale e professionale. Io sono stato e sono attualmente dirigente di una sigla sindacale attenta agli interessi dell'Italia, degli italiani, delle aziende e particolarmente dei lavoratori per tutto il tessuto economico della nostra nazione, ma ora mi corre l'obbligo di sensibilizzare con umiltà, che quando si presentano momenti di confronto tra governo e parti sociali, non si dovrebbero utilizzare metodi discriminanti». Per Vicinanza, sarebbe quindi opportuno convocare un tavolo di confronto «invitando anche la nostra sigla Cisal, altrimenti può sembrare  che anche il governo, in maniera strumentale e poco rispettosa, sostiene ciò che sostengono altre sigle sindacali, da sempre, nei nostri confronti». 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento