menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Vicolo della Neve riscopre Salerno come "rima d'eterno": suggestioni in città

Grazie alla brillante idea di Pino Roscigno, i muri si sono trasformati in quaderni di poesie, nel segno del poeta Alfonso Gatto

Aria di magia, in uno degli angoli più suggestivi della Salerno Antica: il Vicolo della Neve. Proprio lì, infatti, grazie alla brillante idea di Pino Roscigno, i muri si sono trasformati in quaderni di poesie, nel segno del poeta Alfonso Gatto. I versi di autori quali Ilde Rampino, Rocco Papa, Alfonso Graziano,  Nicola Vacca, Angelo Coscia, sull'esempio di Pino, sono state incollati alle pareti del Vicolo, trasformate, così, in vere e proprie bacheche culturali.

D'accordo con Filippo Trotta, presidente della fondazione Gatto e nipote del poeta, dunque, Roscigno ha dato vita alla singolare iniziativa che coinvolge innumerevoli cittadini e visitatori, riscoprendo "Salerno, rima d'eterno".


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

social

Superenalotto: vincita di 84.032,07 euro a Pagani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Lotto tecnico: nuove vincite per i lettori, i numeri

  • social

    Lotteria degli scontrini: i codici della seconda estrazione

  • social

    Prignano Cilento, dopo 50 anni ritorna l'aquila sul Monumento ai Caduti

  • social

    Superenalotto: vincita di 84.032,07 euro a Pagani

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento