Cronaca

Chiude "Il Vicolo della Neve": raccolta firme del Codacons per la riapertura

omplice la crisi causata dal Covid-19, infatti, la storica pizzeria salernitana ha abbassata le saracinesche

Mentre a Salerno la storica pizzeria “Il Vicolo della Neve” chiude i battenti il Codacons avvia una raccolta-firme tra i cittadini per chiedere la riapertura del locale. Complice la crisi causata dal Covid-19, infatti, la storica pizzeria salernitana ha abbassata le saracinesche. 

Un simbolo storico 

Una perdita grave, da tutti i punti di vista: tappa obbligata per i cittadini in cerca di svago serale, il locale ha rappresentato un punto di riferimento per intellettuali e artisti di Salerno e non, ed è stato amatissimo da intellettuali, politici, personaggi dello spettacolo e semplici visitatori. Qui, dove il poeta Alfonso Gatto era un ospite abituale e al Vicolo della Neve ha pure dedicato una splendida poesia, dove il pittore Clemente Tafuri ha dipinto le pareti, è conservato un patrimonio immenso. “Disperderlo - sottolinea il Codacons - sarebbe un errore e un crimine, una vergogna per l’intera città di Salerno.

L’iniziativa

Anche per questo l’Associazione, che chiederà che il locale sia vincolato e tutelato dalla Sovrintendenza, raccoglie le firme di tutti i cittadini che intendono salvare la struttura e la tradizione della città, e rivolge un appello al sindaco e alle istituzioni cittadine perché individuino al più presto soluzioni alternative per garantire la continuità del locale. Il Codacons, infine, si rivolge alle realtà salernitane impegnate nella salvaguardia della cultura e della tradizione culinaria locale, invitandole a un incontro e a partecipare attivamente alla campagna in favore de “Il Vicolo della Neve”. Per partecipare alla raccolta-firme: https://codacons.it/vicolo-della-neve-appello/

  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude "Il Vicolo della Neve": raccolta firme del Codacons per la riapertura

SalernoToday è in caricamento