rotate-mobile
Cronaca Vietri sul Mare

Morì in un incidente stradale, la Procura riapre l'indagine: ci sono 3 indagati

I genitori del ragazzo denunciarono anche omissioni, incongruenze ed omertà. Per loro, Vittorio, fu schiacciato dalla ruota d’un altro mezzo

Si riapre l'indagine sulla morte di Vittorio Senatore. A tre anni da quel 15 settembre del 2019, quando il 16enne moriva in ragione di un incidente stradale, la Procura di Salerno iscrive nel registro degli indagati tre persone: due per omicidio stradale ed un terzo, ragazzo in sella allo stesso scooter della vittima, per favoreggiamento. 

La storia

I due giovani, che guidavano un altro scooter e seguivano l'amico, avrebbero sormontato il corpo di Vittorio e del giovane che era sullo stesso ciclomotore. Una precedente inchiesta era stata archiviata, perchè la morte fu collegata alla caduta dallo scooter del ragazzo, in via Croce, tra Vietri e Salerno, in ragione delle gravissime ferite riportate. Dopo aver raccolto indizi inediti, la famiglia del ragazzo aveva sporto un'altra denuncia, chiedendo la riapertura dell'inchiesta e contestando diverse cose. In primis la mancata autopsia e i dati della consulenza medica dei periti di parte. La tesi del pm all'inizio non aveva per nulla convinto i familiari, così come i consulenti, che sulle ferite del ragazzo - scoppio del fegato, distacco del rene, fratture costali – riferirono che le stesse potevano essere causate solo dal peso dello pneumatico sull’addome. I genitori del ragazzo denunciarono anche omissioni, incongruenze ed omertà. Per loro, Vittorio, fu schiacciato dalla ruota d’un altro mezzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì in un incidente stradale, la Procura riapre l'indagine: ci sono 3 indagati

SalernoToday è in caricamento