menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sindaco di Ischia

Sindaco di Ischia

Caso Ischia, De Luca su Canale 5: "Chi sbaglia nel Pd è colpevole 3 volte"

De Luca: "Abbiamo una bella gara tra ladri in Italia. Ci possono essere ladri cooperativi, quindi sinceri democratici e ladri imprenditori puri. I grandi ladri tangentisti - concludono - continuano a fare il loro dovere"

"Chi sbaglia paga e per quanto mi riguarda chi sbaglia nel Pd è colpevole non una, ma tre volte". Queste le parole del candidato presidente del centro sinistra alla Regione Campania, Vincenzo De Luca, in merito all'inchiesta di Ischia (Napoli), nel corso de 'La Telefonata' di Maurizio Belpietro su Canale 5. "Non credo si tratti di un problema riguardante il Pd campano, piuttosto di un problema della Campania, di questa terra profondamente segnata dalla criminalità organizzata e da un basso livello di spirito pubblico".

"Ovviamente - rimarca De Luca - sono vicende tristi che colpiscono in profondità l'opinione pubblica soprattutto in un momento come questo. Bisogna mantenere sempre un livello di civiltà in questo Paese, e dunque garantire la presunzione di innocenza e il rispetto per le famiglie interessate. Poi vi deve essere sostegno pieno all'azione della magistratura che deve andare avanti senza guardare in faccia a nessuno. Lo faccia possibilmente in tempi rapidi". E ancora De Luca ha aggiunto:  "Abbiamo una bella gara tra ladri in Italia. Ci possono essere ladri cooperativi, quindi sinceri democratici e ladri imprenditori puri. I grandi ladri tangentisti continuano a fare il loro 'dovere"'.

"I poveri cristi, che in una pubblica amministrazione si assumono la responsabilità di decidere su una piccola opera, su una variante urbanistica, rischiano di essere rovinati per sempre mentre i grandi ladri tangentisti continuano a fare il loro 'dovere'- incalza l'ex sindaco di Salerno - Si tratta di una situazione paradossale tipica dell'Italia". "La verità - conclude De Luca -è che abbiamo normative anche per le opere pubbliche che sono farraginose e abbiamo un sistema di controlli precario. C'è una contraddizione che dovremmo risolvere nel nostro Paese: avere leggi efficaci per condannare, contrastare e buttare fuori i ladri, ma rispettare quei pochi che continuano a decidere qualcosa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento