menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Viggiani (dal web)

Viggiani (dal web)

San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona: è Vincenzo Viggiani il nuovo direttore

Le Rsu: "Abbiamo deciso di ritirare il presidio, ma mantenere lo stato di agitazione in attesa della convocazione del Prefetto". E Tommasetti gli rivolge il suo augurio

Nominato, finalmente, il nuovo Direttore Generale dell’Azienda San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona: spetta adesso al dottor Vincenzo Viggiani prendere il timone dell'ospedale. Soddisfatte, le Rsu che ieri, temendo un nuovo rinvio, hanno tenuto un presidio al Ruggi. Grande soddisfazione per l’epilogo dai sindacati Cgil, Cisl Uil, Fials, Fsi, Nursing Up, Ugl e Usb, dunque.

"Alla luce dell’intervenuta sostituzione del manager Lenzi dopo un percorso ad ostacoli che ha visto il coinvolgimento anche del Consiglio di Stato e che in mattinata aveva determinato l’occupazione pacifica delle stanze della Direzione Generale, abbiamo deciso di ritirare il presidio, ma mantenere lo stato di agitazione in attesa della convocazione del Prefetto. I tempi sono strettissimi per recuperare il tempo perso in termini di programmazione sia dell’Ospedale cosiddetto del San Leonardo, sia di tutti i plessi annessi (G. Da Procida, Mercato San Severino, Cava dei Tirreni e Costa d’Amalfi) - hanno aggiunto - Al nuovo Direttore Generale chiediamo di aprire immediatamente una interlocuzione proficua con le parti sociali per definire le principali criticità che affliggono l’Azienda ed individuare soluzioni nell’interesse principale dell’utenza e successivamente degli operatori coinvolti".

Non si lasciano attendere, intanto, gli auguri per il neo direttore Viggiani, da parte del Rettore dell'Università di Salerno, Aurelio Tommasetti: “La nomina di Vincenzo Viggiani a Direttore Generale dell’azienda ospedaliera universitaria, pienamente condivisa nel metodo e nei contenuti, rappresenta un momento fondamentale per il rilancio della facoltà di Medicina del nostro Ateneo, per la completa e armonica integrazione della componente universitaria con quella ospedaliera, per il rilancio della ricerca scientifica, per il completamento dei percorsi formativi dei nostri studenti e per il rafforzamento di un moderno sistema di assistenza sanitaria al servizio dell’intera comunità locale, regionale, se non nazionale. Con l’auspicio - ha concluso -che si possano immediatamente affrontare tutte le questioni  ancora in attesa di risoluzione, siamo certi del ruolo fondamentale che gioca il rapporto tra la Regione Campania e l’Ateneo salernitano".

Mentre il sindaco e vice ministro De Luca gli augura "un proficuo lavoro sia in ordine al funzionamento generale del più importante ospedale della provincia di Salerno, sia per la piena integrazione didattica e scientifica della facoltà di Medicina dell'Università degli Studi di Salerno nella struttura sanitaria". "In tale prospettiva rimarco la positiva sinergia istituzionale che ha ispirato la nomina del direttore e la proficua collaborazione attivata con il Rettore dell'Università degli Studi di Salerno Aurelio Tommasetti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Rischio zona rossa in Campania: si riunisce l'Unità di Crisi

  • Cronaca

    Colta da malore durante un funerale: muore donna a Pisciotta

  • Cronaca

    Dramma a Cava, uomo precipita dal balcone e muore

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento