menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Salerno, picchia la madre per avere soldi: un arresto a Mercato San Severino

Un 30enne del posto, tossicodipendente, da tempo minacciava e picchiava la madre allo scopo di farsi consegnare denaro per acquistare sostanze stupefacenti

Estorceva denaro alla madre allo scopo di acquistare droga e non esitava a minacciarla e picchiarla: un 30enne è stato arrestato questa mattina a Mercato San Severino dai carabinieri della locale stazione, su ordinanza del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Salerno, con l'accusa di estorsione continuata, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. A renderlo noto i carabinieri della compagnia di Mercato San Severino, agli ordini del capitano Rosario Basile.

Il provvedimento del gip è scaturito in seguito alle indagini effettuate dai carabinieri, successive alla denuncia presentata dalla donna, vedova 56enne del posto, madre di tre figli, che dopo aver subito per lunghi periodi vessazioni fisiche e morali ha trovato il coraggio di denunciare quanto accadeva. I militari hanno appurato che il 30enne, tossicodipendente, aggrediva e minacciava di morte la madre costringendola a consegnargli somme di denaro, di solito tra i 10 e i 100 Euro, che poi servivano per l'acquisto di droga. In alcuni casi il giovane, riferiscono i carabinieri, sarebbe inoltre giunto a disintegrare suppellettili, a minacciare di dar fuoco alla casa, ad impugnare un coltello e a prendere a pugni e schiaffi la donna.

Le pressanti richieste di denaro non risparmiavano, purtroppo, i fratelli del tossicodipendente, che erano costretti a chiudersi a chiave nelle loro stanze. L'uomo è stato condotto presso il carcere di Salerno, zona Fuorni, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

 

 

 

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento