rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

"Era ossessionato da quella bulgara": 43enne pregiudicato finisce sotto processo

A raccontare la vicenda è stata la moglie di lui, che riferiva del suo cambio di atteggiamento dall’inizio della relazione con la straniera. Lo rivela il quotidiano La Città

"Era ossessionato da questa bulgara". Per questo motivo è finito sotto processo con le accuse di lesioni, minacce, evasione dagli arresti domiciliari, con la straniera a rispondere di un’aggressione in concorso con lui nei confronti della famiglia. F. M., quarantaquattrenne pregiudicato, e M. G., ventiseienne bulgara, sono attesi dal processo fissato il prossimo diciotto luglio. La storia viene rivelata dal quotidiano La Città.  A raccontare la vicenda, con una prima denuncia e successivi riscontri svolti dagli investigatori, è stata la moglie di lui, che riferiva del suo cambio di atteggiamento dall’inizio della relazione con la straniera.

"Quando ha iniziato la relazione è diventato aggressivo, pretende che questa donna venga a casa e quando io e i miei figli ci siamo opposti lui mi picchiava". Uno degli episodi contestati si riferisce al sette giugno 2013, circa un anno fa, quando l’uomo era ristretto agli arresti domiciliari e  fu arrestato per evasione. In quel periodo lui pretendeva che lei andasse a casa nonostante la  presenza della moglie. Come quando lui uscì dal domicilio violando la prescrizione per incontrare lei. Quella volta anche la straniera partecipò all’aggressione ora finita inunsingolo capo d’accusa.

"La donna aggrediva mia figlia - spiega la moglie dell'imputato agli atti della denuncia- la prendeva a calci e pugni, mio marito mi picchiava, arrivava l’autoambulanza". Al danno  del tradimento si aggiungeva la beffa delle botte, con la coppia che non acconsentiva a finire all’indice della prima famiglia di lui, e reagiva con imprevista violenza. Nella circostanza la moglie, che già aveva ritirato una prima querela per quieto vivere, riportava un trauma cranico a referto medico, allegato agli atti della procura in attesa dell’inizio del dibattimento, dopo la visita ospedaliera. All’esterno dell’abitazione di lui, che fu denunciato dalla moglie anche per aver fatto gli affari suoi, uscendo di casa nonostante il divieto, quel giorno accadde di tutto, con la violenza consumata tra familiari traditi e amante straniera.

"Lui era ossessionato, ed era diventato aggressivo e violento fin dal primo momento dell’inizio della relazione con questa bulgara". Al punto da volerla vicino, senza curarsi assolutamente della presenza della moglie e dei figli. Ora la vicenda è al centro di un processo, atteso il diciotto luglio prossimo davanti al giudice monocratico.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Era ossessionato da quella bulgara": 43enne pregiudicato finisce sotto processo

SalernoToday è in caricamento