Cronaca

Ipotesi di violenza sessuale aggravata sulla figlioletta della collega: nei guai 54enne

La madre della minore, parte civile nel procedimento attraverso l’avvocato Viviana Caponigro, ha confermato ogni accusa a carico dell’imputato

Ha dovuto ricostruire in una aula del tribunale di Salerno il calvario della figlia abusata sin dall’età di sei anni, da un suo collega di lavoro. La madre della minore, parte civile nel procedimento attraverso l’avvocato Viviana Caponigro, ha confermato ogni accusa a carico dell’imputato, un 54enne agente pubblicitario di Salerno assistito dall’avvocato Tullio Toriello. Per lui, l'ipotesi di violenza sessuale aggravata.

Le prime attenzioni a sfondo sessuale sarebbero arrivate addirittura quando la piccola frequentava la scuola Primaria.  Solo quando la vittima è cresciuta, si è resa conto che non si trattava di giochi innocenti e si è chiusa in se stessa, praticando autolesionismo. Le indagini continuano.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ipotesi di violenza sessuale aggravata sulla figlioletta della collega: nei guai 54enne

SalernoToday è in caricamento