rotate-mobile
Cronaca

"Ho una prescrizione con priorità: mi urge una ecografia": la prima visita utile a Salerno è tra 2 o 5 mesi

Attese interminabili presso l'Asl e l'ospedale cittadini, anche per i casi urgenti

La sanità salernitana è al collasso. Ne sono prova le interminabili attese previste per le visite e gli esami garantiti dalle strutture pubbliche. In particolare, ad un cittadino in possesso di una prescrizione con priorità per sottoporsi ad una ecografia, sono stati prospettati dai 2 ai 5 mesi di attesa per poter accedere agli ambulatori dell'Asl o all'ospedale Ruggi di Salerno. Chi necessita di visite senza urgenza certificata, poi, viene "rinviato" direttamente all'autunno, salvo che non sia disposto a spostarsi in lungo e in largo per la provincia, raggiungendo presidi pubblici tutt'altro che vicini al suo comune di residenza.

La denuncia

"Avrei dovuto effettuare una visita con priorità assoluta certificata dalla prescrizione e non sono in possesso di mezzi e ho difficoltà negli spostamenti: non posso che attendere la visita vicino Salerno tra qualche mese, nonostante avrei dovuto ottenerla entro 72 ore", ci scrive una salernitana, amareggiata per la negazione di un servizio pubblico essenziale, come quello sanitario. Numerose le segnalazioni giunte alla redazione circa le interminabili attese con cui dover far i conti in caso di visite specialistiche. L'auspicio è che la situazione possa essere attenzionata e, quindi, migliorata, dalla direzione sanitaria, al fine di garantire l'assistenza ai pazienti in tempi utili, ricordando come la celerità di prestazioni e approfondimenti sia senza dubbio determinante per la tutela della salute delle persone.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho una prescrizione con priorità: mi urge una ecografia": la prima visita utile a Salerno è tra 2 o 5 mesi

SalernoToday è in caricamento