Terrorismo: il ricordo dei poliziotti morti nell'attentato del 1982

Deposizione di una corona di alloro e con un momento di preghiera da parte del Cappellano Provinciale della Polizia di Stato Don Giuseppe Greco

Il ricordo dei poliziotti morti nell'attentato del 1982

In Piazza Vittime del Terrorismo a Salerno, con la deposizione di una corona di alloro e con un momento di preghiera da parte del Cappellano Provinciale della Polizia di Stato Don Giuseppe Greco, si è tenuta, alla presenza del Questore della Provincia di Salerno, Maurizio Ficarra e delle Autorità Civili e Militari, la cerimonia per ricordare il tragico attentato terroristico che provocò, in data 26 agosto 1982 in via Parisi a Salerno (ora Piazza Vittime del Terrorismo – Quartiere Torrione), la morte dell’Agente della Polizia di Stato Antonio Bandiera, dell’Agente Scelto della Polizia di Stato Mario De Marco e del Caporale dell’Esercito Italiano Antonio Palumbo.

Il ricordo

Il Questore, nel suo intervento, ha ricordato le figure dei due agenti della Polizia di Stato. Sono poi intervenuti il Colonnello Giacomo Giannattasio, Comandante del reggimento Cavalleggeri Guide 19° di Salerno ed il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli. Dopo la deposizione delle tre corone di alloro presso il monumento eretto in memoria delle vittime e l’esecuzione del brano musicale “Il Silenzio”, un militare dell’Esercito ha letto la “Preghiera della Patria”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il cordoglio

La cerimonia è proseguita con un minuto di raccoglimento, la deposizione di un fascio di fiori da parte della vedova del poliziotto Marco De Marco, una preghiera in suffragio del Cappellano Provinciale della Polizia di Stato. Si è conclusa con la lettura della “Preghiera del Poliziotto”. La Polizia di Stato, commemorando il loro sacrificio insieme alla cittadinanza salernitana, ha inteso celebrare la cultura della vita contro la sua negazione "per perseguire il dovere della memoria affidando alle nuove generazioni il messaggio di pace che non è soltanto una scelta ideologica ma soprattutto una ineluttabile necessità per la sopravvivenza del mondo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: schizzano i contagi nel salernitano, i dati sui ricoveri

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Covid-19: altri 6 positivi a Pontecagnano, altri 2 contagi a Cava

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento