menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sospesi a 600 metri d'altezza, Mangialardi: "Così faccio volare il Cilento"

Il presidente del gruppo AllegroItalia lancia la sfida del Volo Laurino, un salto nel vuoto all’ombra del Monte Cervati che attraversa le gole del fiume Calore collegando la montagna con il centro del paese

 "Ho scelto Laurino perché qui ci sono enormi potenzialità. Questa parte di Sud ha grandi margini di crescita, il Cilento una risorsa.  Qui c'è tutto. Paesaggi incantevoli, borghi antichi, gastronomia. La nostra iniziativa dimostra che l'offerta turistica può e deve avere più offerte. Serve una strategia perchè questo avvenga". E’ entusiasta il presidente del gruppo AllegroItalia, Piergiorgio Mangialardi, che lancia dalla provincia di Salerno lancia la sfida del Volo Laurino, la Zip Line che è stata inaugurata lo scorso mese di luglio. Un salto nel vuoto all’ombra del Monte Cervati che attraversa le gole del fiume Calore collegando la montagna con il centro di Laurino. "Un volo sul Cilento, per provare una ebrezza unica, per ammirare dall'alto, e con l'adrenalina alle stelle il territorio. Qui – spiega l'imprenditore - il Sud che ci piace, quello che può crescere. Il sud che ha la capacità di esplorare strade nuove, il territorio letto con nuove opportunità. Il nostro gruppo - sottolinea - ha strutture in tutto il Paese, soprattutto al Nord. Ma qui vogliamo vincere la nostra scommessa. Territorio e modernità. Qui - annuncia -  faremo arrivare i giovani di tutta la Campania e del Paese intero”.

Il progetto nasce dal recupero della piazza del paese con adiacente un anfiteatro, da qui si raggiunge il punto di partenza di lancio sul Monte Cervati con un viaggio panoramico in monorotaia; i più coraggiosi una volta imbragati si lanciano nel vuoto appesi ad un cavo di acciaio coprendo una distanza di 600 metri a 500 metri di altezza sospesi sul fiume in uno scenario mozzafiato. Infine rivendica il lavoro svolto finora: "Abbiamo puntato su una scelta coraggiosa. Puntiamo sulla Basilicata, gestiremo il borgo diffuso di Marsico Nuovo in Basilicata, e abbiamo investito in Puglia, valorizzando le bellezze dei Trulli. Ma il Cilento, sono certo, darà di più. Aiutati dalla amministrazione locale - conclude - e dai protagonisti del territorio. Il gruppo ha investito anche in una struttura ricettiva, recuperando, nel Cilento, e rilanciando un vecchio convento del territorio" conclude Mangialardi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento