Ladri assaltano il negozio del fruttivendolo: arrestati dai carabinieri

In tre avevano forzato la saracinesca, in via San Pietro, poco prima delle ore 4. L'allarme è subito scattato e uno degli addetti alla sorveglianza è subito intervenuto

Puntavano al registratore di cassa i ladri bloccati dalle guardie giurate della Secur Campania e poi arrestati dai carabinieri, a Nocera Inferiore. In tre avevano forzato la saracinesca del negozio di un fruttivendolo, in via San Pietro, poco prima delle ore 4. L'allarme è subito scattato e uno degli addetti alla sorveglianza è intervenuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sospetto

Durante le prime ore di indagini, gli inquirenti non hanno tralasciato l'ipotesi - poi non suffragata dagli ulteriori approfondimenti - che i balordi volessero utilizzare il negozio del fruttivendolo, e in particolare un buco nella parete, per raggiungere l'ufficio postale confinante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Belen in Costiera, "salto" a Ravello e degustazione dei dolci di Pansa

  • Covid-19, contagiata una bimba di Pontecagnano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento