Eccellenze, parla il dottore salvatore Pignataro

A Cura di Valentina Busiello

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Laureato in Giurisprudenza con una tesi in Criminologia. Ha pubblicato due volumi di interesse universitario : (2016) “La parabola della democrazia italiana. Dalla rappresentanza alla rappresentazione.” Con prefazione del prof. Giuseppe Acocella Docente di Teoria Generale del Diritto Università degli Studi di Napoli Federico II e del Prof. Marco Musella Direttore Dipartimento Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II. Nel 2018 ha ristampato il libro: “L`Intelligence oggi. L`attivita`di intelligence nell`ambito della sicurezza nazionale”. E` socio ordinario dell`Associazione Nazionale Esperti in Sicurezza Pubblica e Privata ( isc. Albo Intelligence forense) Direttore del centro studi nazionali AESPP. E`socio ordinario dell`Accademia Italiana di Scienze Forensi guidata dal generale dei Carabinieri ( a.r.) Luciano Garofano ( settore scientifico: Scienze Investigative). Ha svolto corsi in Criminologia Investigativa e Tecniche Investigative. Ha svolto il Corso di Formazione per investigazioni Digitali Forensi ( Strumenti e metodi della Digital Forensic) e il Corso di Formazione in Sicurezza e Ordine Pubblico ( legislazione funzioni di polizia e controllo della folla ). Corso di Formazione in Cyberbullismo dipendenze da internet grooming e sexting. Come volontario è Ufficiale del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana ( grado di Tenente) e svolge attualmente il ruolo di Responsabile Naapro CM CRI per la provincia di Avellino. E’ dirigente e Dorettore del Nucleo Investigativo, formazione e ufficio legale delle Guardie Ambientali d’Italia ( Avellino e provincia) - ( Ente dello Stato riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente e per la Tutela del Territorio e del Mare, Ministero della Salute e Presidenza del Consiglio Dip. Prot. Civile) con Qualifica di Guardia particolare Giurata con Decreto del Prefetto di Avellino rilasciato ai sensi dell`art. 138 del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza). Giornalista -Pubblicista dal 2001 iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania. Da Novembre 2018 e` Segretario Regionale per la regione Campania dell`Associazione Nazionale Criminologi per l`Investigazione e la Sicurezza. E’ docente della Scuola Regionale di Polizia Municipale della Campania ( Benevento). E’ iscritto all’Associazione Nazionale Consulenti Intelligence e Security ( Riconosciuta dal Ministero per lo Sviluppo Economico) . Relatore, ricercatore e consulente di vari enti di formazione nell’ambito della Sicurezza Urbana - Criminologia Investigativa e Tecniche Investigative. E’ socio benemerito dell`Associazione Nazionale Polizia di Stato ( Sezione di Avellino) -2018 - Socio benemerito dell`Associazione Nazionale Finanzieri d`Italia ( sede nazionale ROMA) -2016 - Socio familiare dell`Associazione Nazionale Carabinieri – Sez. di Avellino - 2019 . Tra le onoreficenze ricevute: Premio Giornalismo Citta`di Pomigliano D`Arco 2013 – Premio alla Cultura citta`di Salerno a cura dell`Associazione Alfonso Gatto ( 2015) - Menzione speciale a cura dell` Associazione Stampa Giornalisti Flegrei ( Bacoli 2017) - 2013 Premio internazionale Sublimitas (Ariano Irpino – Av) - Premio Giornalistico “Bassairpinia” (per il libro universitario “La parabola della democrazia italiana” 2016. Il 27 Dicembre 2018 e`stato insignito dell`Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente della Repubblica Italiana su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ha ricevuto il “Premio alla cultura e nel settore sociale” dall`Associazione Irpini negli USA il 23 Gennaio 2019. Il 6 Marzo 2020 ha ricevuto una “menzione speciale” nell’ambito del premio nazionale “Carlo Nazzaro” presso il Comune di Chiusano San Domenico (AV). Dottore Salvatore Pignataro, lei e’ un Eccellenza nazionale nel settore dell’intelligence, ci parla di questa sua importante e brillante carriera ? Dopo la laurea in Giurisprudenza con una tesi in Criminologia, ho continuato con la formazione nel settore delle scienze forensi. La passione per lo studio dell’Intelligence l’ho avuta fin dai tempi dell’Università, tanto è vero che il titolo della mia tesi di laurea è stato “ L’attività di intelligence nell’ambito dell’ambito della sicurezza nazionale”. Dopo qualche anno, ho riaggiornato la mia tesi ed ho pubblicato un libro dal titolo: “ L’intelligence oggi” con importanti interventi e prefazioni tra cui quella dell’ex procuratore nazionale Antimafia dott. Franceo Roberti. Ho creduto molto di rilevare l’importante attività e l’organizzazione dei nostri Servizi Informativi, ma ho anche voluto effettuare nel volume, una comparazione con i sistemi di sicurezza degli Usa, Tedeschi e Britannici. Oltre a questo ho seguito corsi di studio anche nel settore dell’Intelligence forense, della Criminologia investigativa e nelle scienze investigative. L’intelligence è lo strumento di cui lo Stato si serve per raccogliere, custodire e diffondere ai soggetti interessati, siano essi pubblici o privati, le informazioni rilevanti per la tutela della sicurezza delle Istituzioni, dei cittadini e delle imprese, ci spiega un suo punto di vista ? Soprattutto dopo l’11 settembre 2001, gli Stati hanno provveduto a riorganizzare e rivedere i propri organismi di intelligence, per poterli adeguare alle nuove esigenze informative e di security. L’Italia risulta averlo fatto solo di recente con la normativa del 2007 ma anche con le altre riforme e normative che si sono susseguite. Non si può pensare ad uno Stato senza un Servizio informativo valido ed efficiente che ne sostenga, attraverso l’apporto informativo, il processo decisionale. Se un Servizio intende utilizzare le migliori risorse umane di cui riesca a disporre, risulta, in tal senso, fondamentale creare e sviluppare anche strette collaborazioni con l’ambiente accademico, che meglio di altri può rifornire i Servizi informativi di nuove e specializzate professionalità in tutti i settori scientifici. I Servizi informativi, se ben utilizzati, risultano essere essenziali per le scelte politiche dei Governi, e non si può pensare di abolirli, anche soltanto per il fatto che altre Nazioni li utilizzano. Fermo restando tutto ciò, occorre verificare contestualmente, la possibilità di dotare i Servizi delle migliori risorse tecnologiche, non solo su base giuridica, per poter conseguire compiutamente tutti gli obiettivi possibili. E su questo possiamo dire orgogliosamente che in Italia abbiamo una qualità di Intelligence molto elevata anche grazie alla professionalità di chi ci lavora. Ci svela nel settore della Criminologia i prossimi suoi appuntamenti ai prossimi convegni ? Da due anni sono Presidente regionale della Campania dell’Associazione Italiana Criminologi per l’Investigazione e la Sicurezza. Si tratta di una associazione nazionale iscritta al Ministero per lo Sviluppo Economico che coinvolge specialisti del settore. Noi ci occupiamo prevalentemente della Criminologia associata dal diritto penale e nel direttivo regionale ho coinvolto diversi professionisti che intendono valorizzare la propria esperienza professionale attraverso la formazione, eventi formativi e iniziative. Nei prossimi mesi sto organizzando un evento formativo di rilievo nazionale che coinvolgerà esponenti del mondo accademico. Tra le iniziative in cantiere una giornata sull’importanza dei nuovi strumenti investigativi nel processo penale. Inviterò esponenti nazionali del mondo accademico, ma anche esponenti di primo piano come l’ex Generale dei Carabineri e comandante del Ris di Parma Luciano Garofano, Presidente dell’Accademia Italiana di Scienze Forensi di cui sono componente nel settore scientifico Scienze Investigative. Dottore, ci svela una sua news ed un suo progetto per il futuro ? Sono una persona ambiziosa e sono sempre in evoluzione. Tra le iniziative più importanti ed entusiasmanti sono le mie collaborazioni con l’Università Luigi Vanvitelli e con l’Università Giustino Fortunato di Benevento. Nel primo ateneo sono componente del comitato scientifico e docente nell’ambito del Corsi di alta formazione in Management della Sicurezza Urbana. Nel secondo ateneo, a Benevento, sarò componente del comitato scientifico e docente in un Corso di formazione sulla Safety e Security. Insomma, la mia soddisfazione più bella è quella di trasferire le mie conoscenze agli altri.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento