rotate-mobile
Economia

Accorpare i Porti di Napoli e Salerno? Gallozzi: "Una sciagura"

Gallozzi: "Sorge spontaneo qualche dubbio se a caldeggiare questa ipotesi con tanto vigore siano proprio taluni convegnistici ambienti napoletani"

"La comunità del Porto di Salerno è assolutamente contraria all’anatema lanciato dal Ministro Lupi, di recente ripreso anche dal Presidente degli Industriali di Napoli e da esponenti regionali del Sindacato, circa l’accorpamento dell’Autorità Portuale di Salerno a quella di Napoli", ad annunciarlo, Agostino Gallozzi, Presidente Assotutela, l'Associazione per la Tutela e lo Sviluppo del Porto d Salerno.

"Ci batteremo, in ogni sede, affinché sia evitata questa vera e propria sciagura - ha detto - Il Porto di Salerno ha dimostrato negli anni, sul campo, una straordinaria vitalità e propensione allo sviluppo dei propri traffici marittimi, grazie a una intelligente e propositiva strategia di leale collaborazione tra la componente pubblico-istituzionale, la componente privato-imprenditoriale e le proprie maestranze, ciascuno capace, nel proprio ruolo e nella stretta osservanza dei dettati della legge 84/94, di dare il meglio di sé, in una fortissima e non conflittuale unità di intenti".

Ricordando la crescita registrata nel 2013 in ogni settore merceologico, così come sul livello più strettamente istituzionale, Gallozzi rimarca lo slancio posto nella realizzazione di interventi di riqualificazione infrastrutturale di interesse generale. "Certo non sta a noi commentare ciò che accade nel vicino porto di Napoli, alla cui sana componente imprenditoriale ed operativa siamo legati da forti rapporti di rispetto e cooperazione. Ma tanto è febbrile e propulsiva l’attività di Salerno, tanto coesa e positiva l’intera sua comunità portuale, tanto agli antipodi appare la realtà di Napoli, più volte commissariata e dove addirittura da oltre sette mesi non viene nominato il presidente della Authority", ha aggiunto.

"Ci domandiamo quali risparmi potrebbero derivare da tale operazione e quale preteso recupero di funzionalità potrebbe scaturire dall’annessione di una realtà che ha dato concreta prova di efficienza a un'altra che non sembra primeggiare quale esempio di best practice - osserva - Sorge spontaneo qualche dubbio se a caldeggiare questa ipotesi con tanto vigore siano proprio taluni convegnistici ambienti napoletani. Perché invece di capire come risolvere i tanti problemi che attanagliano il loro porto si concentrano su come prendersi quello di Salerno, dissertando su poco credibili tesi di razionalizzazione?", ha concluso Gallozzi, puntando il dito, dunque, contro il Ministro Lupi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accorpare i Porti di Napoli e Salerno? Gallozzi: "Una sciagura"

SalernoToday è in caricamento