Economia

Accorpamento dei porti in Campania, De Luca da Delrio: fissato il tavolo

La Regione Campania ha ribadito la propria posizione rispetto all’ipotesi di riforma e sulla modifica per le previsioni dell’attuale ipotesi legislativa garantendo la possibilità di approvare i Prg in loco e di gestire in autonomia le concessioni

Riflettori puntati sulla riforma che ha condotto all'accorpamento delle Autorità Portuali: il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, insieme al presidente della Liguria, Giovanni Toti, hanno incontrato il ministro Graziano Delrio presso il Ministero delle Infrastrutture. La Regione Campania ha ribadito la propria posizione rispetto all’ipotesi di riforma e sulla modifica per le previsioni dell’attuale ipotesi legislativa garantendo la possibilità di approvare i Prg in loco, di gestire in autonomia le concessioni delle aree portuali, di mantenere un rapporto con i Comuni che ospitano l’Authority, evitando di spostare sui livelli burocratici competenze essenziali per la funzionalità dei porti. L'ex sindaco ha poi chiesto di definire prioritariamente il piano della logistica

De Luca, quindi, ha ripetuto il suo "no" per l'accorpamento delle Autorità portuali della Campania, per scongiurare nuovi burocratismi anziché la semplificazione auspicata. Decisa, dunque, l’apertura di un tavolo tecnico che approfondirà gli aspetti che a giudizio dei rappresentanti delle Regioni sono problematici rispetto alla riforma dei porti. La posizione della Regione Campania, ad ogni modo, è chiara sulla tematica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accorpamento dei porti in Campania, De Luca da Delrio: fissato il tavolo
SalernoToday è in caricamento