Nasce l'associazione sindacale imprenditori autonomi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Ecco presentata la tanto attesa associazione creata da un gruppo di esercenti che hanno deciso di creare una realtà sindacale provinciale privata, senza far riferimento a nessuna associazione nazionale, scelta voluta e non casuale. Nel gruppo dirigente sono presenti i riferimenti provinciali ex Confesercenti che si sono contraddistinti negli ultimi anni per le lotte a tutela degli associati. Figura importante è l'ex referente provinciale e regionale di Fiesa Carmine Russo, il quale ha portato avanti lotte importanti a livello nazionale, infatti ha stravolto la gestione dei rifiuti, soprattutto nei confronti dei macellai, portandoli da costo a ricavo, infatti prima gli esercenti pagavano per farsi ritirare il grasso ed ossa, oggi sono le aziende interessate al ritiro degli scarti a farsi concorrenza per accaparrarsi l'oro dei giorni nostri, infatti questa materia prima viene utilizzata per creare energia. Carmine Russo è stato l'unico ad attaccare le modalità di gestione dei mercatini di natale, che hanno estromesso dall'evento gli imprenditori della provincia di Salerno, forse da allora sono iniziate le frizioni all'interno di Confesercenti che hanno portato la rottura odierna.Dichiara Carmine Russo, ho deciso di intraprendere questa strada intrapresa con i miei colleghi che soffrono come me di questo momento storico difficile ed hanno bisogno di una tutela reale senza secondi fini, a noi non interessano giochi di poteri, posti in camera di commercio, fondi camerali spesso utilizzati male, anzi lotteremo contro questi sprechi.

Altra figura importante è il referente dei Pasticcieri Giuseppe Faiella, il quale è riuscito a convincere i maestri pasticcieri di Salerno a riprendere il discorso associativo abbandonato da anni, come Romolo, Beatrice, Arienzo ecc. Negli ultimi mesi ha cambiato anche lui degli equilibri anti-economici come la gestione dell'olio esausto, portandolo da costo a ricavo, soprattutto ha portato avanti la lotta sull'utilizzo di materie prime biologiche e no ogm, per garantire al consumatore finale un prodotto sano. Anche la figura di Luigi Pizzo referente di Fisciano e di gran parte della Valle dell'Irno, grazie a lui negli ultimi anni si è creato un riferimento sindacale credibile per gli associati, i quali oggi hanno esigenze ben precise pultroppo non trovate in Confesercenti.In questo progetto si sono avvicinati diversi associati di tutta la provincia, da Angri a Bellizzi, passando per Montecorvino, sino ad arrivare ad Agropoli e la bassa provincia di Salerno( Contursi, Oliveto Citra, Santa Maria di Castellabate ecc). Il Presidente della neo-associazione provinciale è Flavio Boccia, al quale va il merito di aver creato dal nulla una realtà sindacale nella Valle dell'Irno dandogli credibilità e risultando la prima associazione sindacale per numero di iscritti, poi successivamente ha sviluppato con ottimi risultati lo sviluppo associativo dei macellai, pasticcieri ecc.Dichiara Flavio Boccia, sono onorato che la scelta sia ricaduta su di me, il progetto è stato costruito su misura per singole categorie, la finalità principale sarà quella di dare servizi alle imprese e di tutela sindacale, a tutela del progetto a malincuore ho consegnato nelle mani del coordinatore regionale dei Verdi Vincenzo Peretti le mie dimissioni da referente provinciale del sole che ride, non abbandonando però la mia passione per la tutela dell'ambiente che non abbandonero', sopratutto in questo periodo.

Gli uffici sono così dislocati, la parte sindacale sarà gestita a via Clemente Mauro a Salerno, mentre i servizi alle imprese verranno gestiti presso la sede di via Musandino, 20 sempre a Salerno,che comprenderanno servizi finanziari( finanza agevolata, convenzioni bancarie, ecc) , all'interno ci sarà un'ufficio dedicato Confeserfidi(mediocredito centrale), inoltre ci saranno molti professionisti noti che daranno un'assistenza convenzionata (Avvocati, Commercialisti, Ingegneri ecc). Soprattutto ci sarà uno Sportello dedicato Equitalia dove sarà possibile richiedere le stampe delle posizioni debitorie in sede. Conclude Flavio Boccia, le quote associative saranno minime e contribuiranno a sostenere la struttura associativa, tutti i rimborsi derivanti da eventuali contributi Camerali, Regionali o Statali, per statuto non potranno essere ultilizzati dall'associazione ma andranno a far parte totalmente di un fondo denominato anti-usura, per le imprese che non riescono ad avere credito presso gli istituti bancari. Per stare al passo con i tempi è stato creato un prifili Facebook denominato  "Asia Provinciale Salerno".

Torna su
SalernoToday è in caricamento