Aumenta la Tari, Zitarosa: "Sembra il Medioevo con il principe che vessa i suoi sudditi"

Il capogruppo di Forza Italia: "In un momento di crisi economica il Comune doveva mettere in atto tutte quelle misure a sostegno delle famiglie e delle imprese compreso l’abbassamento delle imposte"

Aumenta la Tari nella città di Salerno. A denunciarlo a gran voce è il capogruppo di Forza Italia al Comune Giuseppe Zitarosa che spiega: “In questi giorni, nelle buca della posta, sono arrivate le richieste di primo pagamento  della Tari e sono molti i salernitani che stanno esprimendo il loro disappunto, facendo il confronto con quella dello scorso anno. Sono tutti incazzati, soprattutto gli impresari per gli aumenti alle attività produttive dislocate, per lo più, nella zona industriale dove, peraltro, l’accumulo di rifiuti ha reso  quell’ area una discarica a cielo aperto”.

Per l’esponente azzurro “con questi aumenti Salerno si conferma come una delle città più tassate d’Italia. Gli accertamenti della Soget, si diceva, avrebbero consentito al comune di Salerno di abbassare le tariffe della Tari. La notizia veniva resa pubblica, con grande enfasi, dalla Commissione Bilancio e dal dirigente del Settore Affari Finanziari del Comune. Conti alla mano, però, i contribuenti salernitani si sono accorti di dover pagare più degli anni scorsi”. Secondo Zitarosa “in un momento in cui le famiglie hanno grandi difficoltà a causa della grave crisi economica, era necessario da parte del Comune mettere in atto tutte quelle misure a sostegno delle famiglie e delle imprese compreso l’abbassamento delle imposte comunali. Invece, per l’ennesima volta,  è stata fatta la scelta completamente opposta. Il carico fiscale, soprattutto sui capannoni industriali, è aumentato in modo vertiginoso. Ciò frena non solo lo sviluppo delle imprese, ma mette a rischio la loro stessa sopravvivenza con le conseguenze che tutti conosciamo (altra disoccupazione)”.

Di qui la stoccata finale del forzista al Comune: “E’ evidente che quest’amministrazione non ha mai avuto il più lontano pensiero che i soldi che si chiedono alla gente non sono dei pezzi di carta, ma la somma dei sacrifici che tutti i giorni fa. Evidentemente per loro non è così. Hanno ripristinato il Medioevo con il principe che vessa i suoi sudditi nella maniera più ignobile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento