Trentuno milioni per le città sostenibili: De Luca presenta il progetto per Salerno e Battipaglia

Alla presenza dei sindaci di Salerno, Enzo Napoli e di Battipaglia, Cecilia Francese, è stato firmato il decreto di assegnazione definitivo dei finanziamenti concessi ai comuni

Un momento della conferenza

La Regione Campania ha stanziato 31milioni di euro per Salerno e Battipaglia. Si tratta di fondi per la riqualificazione urbana dal progetto Pics. Questa mattina a Palazzo di Città, alla presenza tra gli altri  dei sindaci di Salerno, Enzo Napoli e di Battipaglia, Cecilia Francese, è stato firmato il decreto di assegnazione definitivo dei finanziamenti concessi ai comuni. 

Il commento di De Luca

"Non si tratta solo di sicurezza ma di sviluppo sociale ed economico. Finanziamo dieci, dodici città medie della Regione, è davvero una grande opportunità. A Salerno tre asili nido, tre scuole, sicurezza Teatro Verdi e Palazzo di Città. A Battipaglia altri interventi. E' il primo passo verso il piano delle grandi infrastrutture e della riqualificazione urbana, a cominciare, per quanto riguarda l'area Sud e quindi Salerno, dall'aeroporto. Dobbiamo essere bravi ora a cantierare le opere, a non aver paura della firma. Dobbiamo muoverci. E' una grande opportunità per recuperare risorse importanti e per fare operazioni di riqualificazione urbana, di messa in sicurezza dei quartieri, ma anche di allargamento dei servizi sociali e degli interventi nel campo della cultura".

Parla il sindaco di Salerno

"Vi sono direttrici precise: welfare per asilo, cittadini e spazi inutilizzati da destinare ai bambini, Palazzo Genovese immaginato come luogo per l'associazionismo, gli aspetti della tecnologia per l'accesso a database e servizi (obiettivo spostare informazioni e non persone. Ecco cosa faremo con i Pics, i Piani integrati per la città sostenibileAbbiamo già recuperato alcuni edifici del centro storico, tra i quali Palazzo Fruscione. Adesso potremo rimettere mano al Teatro Verdi, al Parco Mercatello con strutture che serviranno ad aumentare i momenti ludici. Le stelle polari saranno lavoro e assistenza". 

La soddisfazione della sindaca Francese 

Undici milioni che renderanno Battipaglia ancora più vivibile. Ristruttureremo la scuola De Amicis, edificio storico, cuore pulsante: sarà incubatore di iniziative economiche e sociali ma anche alimentari e sanitarie. Altri 200mila euro saranno spesi per te asili nido ma è fondamentale anche l'aspetto dell'efficientamento energetico, da destinare alla illuminazione pubblica. Penseremo anche alla illuminazione della zona periferica, rurale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La giornata campale

Domani, venerdì 6 dicembre, i cittadini di Battipaglia scenderanno in piazza. La sindaca ha già fatto sapere che non ci sarà. "E' un peccato, io non posso disonorare la fascia tricolore che porto e - ricordo a tutti - quando la porto rappresento tutta la comunità, tutti i cittadini di Battipaglia, la Piana del Sele. Gli organizzatori non vogliono e quindi mi astengo. Ricordo a tutti, peró, di essere stata l'unico sindaco in grado di battersi davvero per le questioni ambientali: abbiamo detto no allo Stir e abbiamo spinto le istituzioni a dialogare, con atti amministrativi. Ben venga il corteo: sono certa che sia pacifico, sarà utilissimo perchè gli atti da soli non bastano. Battipaglia vuole solo rispetto e non vuole che questo nostro terreno diventi poi la pattumiera della Piana del Sele". "Faremo controlli rigorosi, com'è giusto che sia - aggiunge De Luca sull'argomento - Sosteniamo con convinzione la battaglia dei cittadini di Battipaglia, perchè hanno diritto a respirare aria pulita. I ministri arrivarono in paranza a Caserta per parlare di ambiente ma dopo un anno non hanno fatto niente. Lavoriamo solo noi, solo la Regione Campania. Gli altri sull'ambiente non hanno fatto niente, non in senso metaforico ma letterale del termine".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento