menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Largo Barbuti, il Comune di Salerno deve restituire una quota ai proprietari

Come riporta Metropolis, il caso risale al 1976, quando la famiglia Tarcinale, ora rappresentata dagli eredi del capostipite Luigi, impugnò la delibera di abbattimento

Il Comune dovrà restituire una quota di Largo Barbuti ai legittimi proprietari: lo ha stabilito il giudice Giuseppe Fortunato della prima sezione civile del Tribunale che ha riconosciuto il diritto dei proprietari di un appartamento abbattuto nel 1972. Come riporta Metropolis, il caso risale al 1976, quando la famiglia Tarcinale, ora rappresentata dagli eredi del capostipite Luigi, impugnò la delibera di abbattimento: l’esecuzione di quel provvedimento, con la distruzione del fabbricato dove insisteva l’appartamento in questione, è stata dichiarata legittima fino in Cassazione.

La questione riguarda il diritto di proprietà, fatto valere dal proprietario che ha ottenuto il riconoscimento dal Tribunale salernitano. In particolare, il giudice ha disposto la restituzione della quota ideale dell’area sottostante all’originaria ubicazione della casa, che pur non esistendo non estingue i diritto dei vecchi proprietari.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento