rotate-mobile
Economia

Nuovo Decreto, la Confesercenti Salerno è critica: "Più burocrazia e meno ristori"

Il presidente Esposito: "Il proliferare di nuove misure non fa altro che irritare anche coloro i quali con spirito di collaborazione e con coscienza si sono sottoposti alla campagna vaccinale la pressione e ormai alle stelle e le famiglie sono davvero provate da questa pandemia"

“Per i consumatori, per noi cittadini e per i titolari di attività commerciali si ritorna lentamente, ed ancora una volta, nella giungla di norme e cavilli che ormai tutti anche i super vaccinati cominciano a mal sopportare”.

Lo ha denunciato il presidente provinciale di Confesercenti, Raffaele Esposito che punta il dito contro "il caos normativo e la diffidenza delle persone: ormai ci si abbandona sempre più alle tentazioni di acquisto sicure dal proprio divano di casa, attraverso norme rivisitate e limitazioni di ogni genere annunciate prima e poi disattese o modificate,  si continua a fare in maniera evidente un favore, un tremendo favore, ai soliti noti alle grandi catene di vendita on line che stanno massacrando e schiacciando gli esercizi tradizionali delle nostre città e delle nostre comunità”, ha aggiunto.

Non è favorevole alle nuove restrizioni che prevedono l'ingresso negli esercizi commerciali non essenziali solo con il green pass, Esposito: "Il proliferare di nuove misure non fa altro che irritare anche coloro i quali con spirito di collaborazione e con coscienza si sono sottoposti alla campagna vaccinale la pressione e ormai alle stelle e le famiglie sono davvero provate da questa pandemia", ha concluso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Decreto, la Confesercenti Salerno è critica: "Più burocrazia e meno ristori"

SalernoToday è in caricamento