L’azienda abruzzese "Tekno Idea" vince il XIII Premio Best Practices per l’innovazione

Seconde ex aequo la pugliese "CLE" e "Calabra Maceri e Servizi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Un’azienda abruzzese ha trionfato al Premio Best Practices 2019, l’iniziativa organizzata da Confindustria Salerno con il supporto di Sviluppo Campania e Camera di Commercio di Salerno. 
Tekno Idea di Pescara ha vinto la sezione dedicata alle imprese, grazie al progetto “CTRL+PAINT”, innovativo sistema che permette di effettuare in linea di produzione il controllo automatico, e quindi più veloce rispetto ad altre soluzioni, dei difetti di verniciatura industriale nei settori automotive, arredi, mobilifici, profili metallici, infissi. Il sistema è in grado di scansionare una scocca di un’automobile nuova utilizzando uno scanner 3D movimentato da un robot. Al secondo posto si è classificata l’azienda barese CLE, esempio di innovazione digitale applicata ai settori della sanità, del welfare e della pubblica amministrazione, che ha presentato i progetti “Resettami Parkinson”,  l'innovativa piattaforma informatica in grado di gestire in modo efficace la presa in carico dei malati di parkinson, e “Resettami Sistemi Informativi Sociali”, la soluzione informatica che consente alla governance regionale delle politiche sociali di elevare la qualità, appropriatezza e tempestività delle risposte ai bisogni informativi, assistenziali, sociali e socio-sanitari dei cittadini. Seconda ex aequo Calabra Maceri e Servizi, per la tecnologia “superdry italian system”, che incrementa i valori di benchmark nella produzione di biometano rinnovabile da frazione organica 
della raccolta differenziata. Terze ex aequo la milanese Softlab per il progetto “Smart-Tile”, il pavimento intelligente per “Smart-City” che produce energia rinnovabile oltre a fornire dati utili per sviluppare servizi utili per i cittadini in qualsiasi contesto urbano, e Protom spa (Napoli) per lo sviluppo di ARGO, un sistema in realtà aumentata che utilizza tecnologie di virtual aumented e virtual reality per sostenere con efficacia le fasi del supporto alle attività operative di produzione, manutenzione e training. 
Per la sezione Start Up vince l’azienda napoletana Syenmaint, per il sistema di gestione predittiva della manutenzione degli asset produttivi “SYENMAINT PLATFORM”, che integra verticalmente in un singolo sistema di un singolo produttore gli strati smart sensor, hardware, firmware e software, consentendo così di ridurre i costi e migliorare qualità e sicurezza. Il secondo posto ex-aequo va alla napoletana BeyondShape e alla torinese Nib Biotec. La pima è stata premiata per il progetto di scansione 3D del corpo umano BeyondShape, nato da ricerche dell’Università Federico II e Luigi Vanvitelli, che aiuta a digitalizzare e automatizzare lo screening preliminare per la realizzazione di protesi, rilevazione di alterazioni esterne e problemi posturali, simulazione di trattamenti odontoiatrici, dietetici e di chirurgia plastica. La seconda per il dispositivo diagnostico di analisi delle urine NIC BIOTEC, che consente di migliorare la precisione della diagnosi di tumore della prostata negli uomini, evitando così procedure mediche altamente invasive in molti casi non necessarie. Terze ex-aequo la milanese MyDoctor, per il servizio di consultazione e interazione medico-paziente e medico-medico basato su un’app per smartphone, che consente di condividere una cartella clinica digitale sempre aggiornata con funzionalità di alerting quando si superano le soglie di criticità, e la calabrese Me.Di.Cal per il progetto IMoBra, un nuovo concetto di tutore ortopedico per traumi ossei dal design unico, che si adatta a qualsiasi dimensione di polso e braccio ed è destinato a sostituire il tradizionale gesso.
I premi assegnati alle aziende dai partner sono andati a: Bit4id (Campania) - Banca Sella; Savino Solution (Campania) – TIM; Giannattasio Infissi (Campania) – ICE; Guerriero Pelletteria (Campania) – ENEA. 
I premi assegnati alle startup dai partner sono andati a: MyPart Meccanica (Campania) – ENEA;
Butterfly (Campania) – Digital Magic; Syenmaint (Campania) – TIM; Evja (Campania) – Banca Sella. Menzione speciale di Banca Sella per Miutifin del sedicenne Loris Caputo. 012 Factory ha premiato Luigi Mutascio per la valorizzazione del capitale umano.
Per la sezione economia del mare ha vinto il primo premio la laziale Monotricat, per lo sviluppo di una carena ad alta efficienza destinata ad armatori e cantieri navali per la costruzione di imbarcazioni da diporto, traghetti e pattugliatori, che consente un risparmio energetico e la riduzione dei consumi di circa il 20%. Seguono a pari merito la laziale Dive Circle, per una piattaforma a tecnologia immersiva VR a 360 gradi dedicata ai sea lovers, la toscana Seares, per un dispositivo meccatronico di ormeggio in grado di generare energia dalle onde, e la laziale iMems, per il progetto AURORA – MOTION SENSOR, che consente di migliorare la precisione dei sensori inerziali di movimento per rilevazione del moto, velocità, accelerazione e rotazione angolare.

Torna su
SalernoToday è in caricamento