rotate-mobile
Economia

Caos a Palazzo di Città, la Corte dei Conti boccia i bilanci comunali

Ora l'amministrazione comunale avrà sessanta giorni per correggere ben 13 irregolarità. E Celano denuncia: "La verità sta venendo a galla, De Luca si dimetta"

Bufera a Palazzo di Città: il responso della Corte dei Conti conferma i dubbi già individuati dal magistrato istruttore Innocenza Zaffina riguardo i conti pubblici del Comune, in particolare rispetto al bilancio consuntivo 2012. Secondo i magistrati contabili sussistono irregolarità “suscettibili di pregiudicare gli equilibri economico-finanziari” di Palazzo di Città. Ora la Giunta De Luca dovrà, entro sessanta giorni, intervenire su tredici punti contestati. La documentazione è stata inviata alla Procura Generale della Corte dei Conti e al ministero dell’Economia. Sotto il mirino dei giudici contabili anche il bilancio d’esercizio 2013. Immediata la reazione del consigliere comunale di Ncd Roberto Celano che denuncia: “Le verità, i numeri, stanno venendo inesorabilmente a galla".

Per l'esponente dell'opposizione "De Luca ha messo ormai in ginocchio la città, ha indebitato le prossime generazioni di salernitani, nonostante la tassazione incresciosa ai danni delle famiglie, ha investito ingentissime risorse presenti e future unicamente per foraggiare e promuovere se stesso e la sua immagine. In pochi in questi anni abbiamo tentato di "difendere" Salerno, i nostri figli ed anche quelli di coloro i quali ancora non hanno capito ciò che sta accadendo o che fingono di non capire perché sono tra i "benefatti" di un sistema che dura ormai da oltre 20 anni. È questo il modello che il sindaco abusivo vorrebbe esportare in regione? Si dimetta piuttosto che di danni irreparabili ne ha già prodotti troppi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos a Palazzo di Città, la Corte dei Conti boccia i bilanci comunali

SalernoToday è in caricamento