"Cimitero" di negozi nel centro storico, la denuncia di un giovane salernitano

"Affittare un locale costa troppo - ci scrive un giovane lettore - Avrei voluto avviare un'attività di ristorazione non lontano dal centro, ma purtroppo le richieste dei proprietari degli immobili sono elevatissime"

Saracinesche abbassate, avvisi di vendita e affitto ormai usurati dal tempo. E' questo il desolante scenario di via Da Procida, nel cuore del centro storico, a pochi passi da piazza Sedile del Campo. Dopo lo sfogo su Facebook di Antonio Roscia, sulle cessioni degli esercizi commerciali sul Corso Vittorio Emanuele, infatti, continuano le segnalazioni da parte di salernitani amareggiati per l'evidente crisi che ha colpito l'economia del nostro territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

"Affittare un locale costa troppo - ci scrive un giovane lettore - Avrei voluto avviare un'attività di ristorazione non lontano dal centro, ma purtroppo le richieste dei proprietari degli immobili sono elevatissime e non si va minimamente incontro alle esigenze di noi giovani che, in tal modo, restiamo bloccati in partenza". La denuncia del lettore trova riscontri concreti, in effetti, se si pensa che esistono, in città, specie nelle zone più centrali, spazi liberi da tempo immemore. Come a far intendere che il prezzo fissato dai proprietari resterà quello fino a quando non spunterà l'acquirente disposto a versare la somma richiesta, senza considerare eventuali ribassi, probabilmente utili in tempi di crisi come quello attuale. Una situazione, insomma, complessa da ribaltare, a tutto danno dell'economia locale e dell'occupazione giovanile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • Caso sospetto di Covid-19: chiuso temporaneamente il Pronto Soccorso a Nocera

  • Sparatoria ad Angri, ferito un imprenditore: a novembre un attentato alla sua azienda

Torna su
SalernoToday è in caricamento