menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'azienda salernitana "CTI Foodtech" apre una nuova sede in Grecia

Il CEO Biagio Crescenzo: “Si rafforza il nostro processo di internazionalizzazione”

Cti FoodTech, azienda italiana leader mondiale nella produzione di macchine per la denocciolatura delle pesche, è pronta ad inaugurare una nuova sede commerciale in Grecia che funzionerà anche da supporto aftermarket per la fornitura di ricambi ai clienti locali. L’apertura è prevista per lunedì 22 gennaio a Giannitsa, centro economico a pochi chilometri da Salonicco. All’inaugurazione, in programma alle 12,30, interverranno il presidente, il aegretario generale della Camera di Commercio Italiana in Grecia e il Console Italiano. Lo showroom, allestito in spazi moderni ed eleganti, ospiterà alcune delle macchine che, grazie alle loro tecnologie, hanno contribuito alla crescita qualitativa dell’industria della trasformazione della frutta, quali la Peach Repitter Vision, la Peach Pitter 350 ApaVision, l’Apricot Pitter Cti-1200 e la Peach Pitter modello 320 Apa. 

La vocazione globale è nel dna della Cti Foodtech. Infatti, è presente anche in Spagna con uno stabilimento a Murcia. L’azienda è attualmente il secondo produttore al mondo per numero di denocciolatrici installate. Ogni anno vengono lavorate con le sue macchine circa 6 miliardi di pesche. La Cti FoodTech detiene anche il record per una PMI del Sud Italia per numero di brevetti conseguiti (circa 100 in 20 Paesi del mondo). 

I commenti

Soddisfatto l’ingegnere Biagio Crescenzo (Ceo della Cti FoodTech): “L’apertura di una sede in Grecia è strategica perché l’industria greca di trasformazione della frutta è molto sviluppata e detiene il primato dell’esportazione in Europa. Le nostre macchine, frutto della manifattura e tecnologia italiana, potranno contribuire alla crescita delle imprese attive nel comparto della trasformazione della frutta”.  Sin dalla sua fondazione nel 1986, la Cti Foodtech ha puntato sull’internazionalizzazione. “La nostra strategia di esportare prodotti Made in Italy all’estero si è rivelata vincente -continua Crescenzo - Negli anni abbiamo consolidato la nostra leadership in Spagna ed esteso la nostra presenza in diversi mercati del mondo, dall’America alla Cina. Il nostro obiettivo è proseguire su questa strada, portando sempre più in alto l’eccellenza e l’orgoglio italiano.” 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Salute

Open day per Pfizer a Roccadaspide e per Moderna a Cava: le date

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento