Dati Censis, l'Unisa scala la classifica: soddisfatto Tommasetti

L'Ateneo sale di ben otto posizioni rispetto all’anno accademico precedente e conquista il 6° posto tra i grandi atenei statali d’Italia (ovvero quelli che contano fino a 40 mila iscritti), con un punteggio di 85.2 su 120.

L'università

E’ stata pubblicata la classifica Censis per l’anno accademico 2019-20. L’Università di Salerno, nell’indagine annuale elaborata dal Centro Studi Investimenti Sociali, è l’Ateneo che cresce di più in assoluto, recuperando ben otto posizioni rispetto all’anno accademico precedente e conquistando il 6° posto tra i grandi atenei statali d’Italia (ovvero quelli che contano fino a 40 mila iscritti), con un punteggio di 85.2 su 120.

I numeri

L’indagine Censis rappresenta un’articolata analisi del sistema universitario nazionale attraverso la valutazione degli atenei (statali e non statali, divisi in categorie omogenee per dimensione) relativamente a sei indicatori: servizi erogati, borse di studio e altri interventi in favore degli studenti, strutture disponibili, comunicazione e servizi digitali, livello di internazionalizzazione. Considerando i parametri presi in considerazione dal Censis, l’Unisa ottiene il punteggio più alto (di 99) sull’indicatore “Comunicazione e Servizi digitali” (posizionandosi solo dopo l’Ateneo di Perugia) e sull’indicatore “Strutture” (con punteggio di 90 e aumento percentuale del 26,8), confermando l’attenzione alla vivibilità dei campus e agli investimenti in strutture, posti aula, aule didattiche e laboratori. Bene anche sugli altri quattro indicatori valutati: punteggio 88 per il parametro “borse” (+17% rispetto all’anno precedente); punteggio 79 per “occupabilità” (indicatore valutato per la prima volta da parte del Censis); punteggio 73 per “internazionalizzazione” e 82 per “servizi e agevolazioni agli studenti”. Considerati questi risultati, nella classifica delle sole campane, l’Università di Salerno è l’Ateneo che avanza di più, posizionandosi al 1° posto per aumento percentuale su tutti gli indicatori (+10.94%) rispetto all’anno precedente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento del Rettore Tommasetti:

“Ci abbiamo lavorato molto e abbiamo raggiunto il risultato desiderato. Abbiamo costituito un gruppo di lavoro dedicato, che ha puntato sul continuo monitoraggio degli aspetti delle infrastrutture e dei servizi, nonché dell’attenzione agli studenti, in un’ottica di costante miglioramento. Ad eccezione del nostro Ateneo, tutti gli altri atenei campani sono purtroppo collocati negli ultimi posti della classifica e ciò è dovuto alle condizioni di contesto e al fatto che molti indicatori fanno riferimento a competenze della Regione. E’ una classifica che per scelta non prende in considerazione la ricerca e la didattica, focalizzandosi principalmente sulla qualità delle strutture, dei servizi digitali e non, nonché sulle iniziative a sostegno del diritto allo studio e dell’internazionalizzazione e considera quale aspetto rilevante anche il tasso di occupabilità degli studenti dopo la laurea.  Continueremo così per fare sempre meglio: lo studente è al centro delle nostre decisioni e lo sarà sempre più”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Torna su
SalernoToday è in caricamento