"De Luca snobba i Fondi europei": Maglione (M5S) segnala il caso ai ministri

La critica: "Parliamo di tante opportunità di finanziamento sprecate dovute a scelte dell’amministrazione regionale per noi incomprensibili"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

“Anche nel 2019 la Regione Campania è tra le ultime regioni in Italia per l’utilizzo dei fondi europei. Nel concreto, parliamo di tante opportunità di finanziamento sprecate dovute a scelte dell’amministrazione regionale per noi incomprensibili.

Per questo motivo, insieme alle colleghe portavoce M5S Anna Bilotti e Margherita Del Sesto, è stato deciso di sottoporre la vicenda all’attenzione del Ministro per gli affari europei, Vincenzo Amendola, e al Ministro delle politiche agricole, Teresa Bellanova”.

A dirlo è il deputato M5S Pasquale Maglione, componente della Commissione Agricoltura alla Camera.  Secondo i dati ufficiali pubblicati dal Ministero delle politiche agricole al 31 dicembre 2019 la Campania ha raggiunto un livello di spesa del 39,54 per cento dei Psr a fronte di un dato nazionale del 43,26%. "Oltre al dato quantitativo della capacità di spesa, da fonti di stampa e da rapporti pubblici di associazioni di categoria, emerge una conclamata inefficienza da parte dell’ente regionale nel far fronte alle richieste degli agricoltori, nonostante la Regione sia destinataria di una somma ingente di risorse destinate al piano di sviluppo rurale 2014/2020. - continua Maglione - In un caso clamoroso, la concentrazione di migliaia di domande per un solo bando - il progetto integrato giovani - ha determinato la perdita dei requisiti di primo insediamento per migliaia di giovani agricoltori che non solo non hanno avuto accesso ai fondi, ma non potranno più farlo in futuro perdendo una chance irripetibile. A seguito di questa gestione confusionaria, numerose sono le denunce e gli esposti presentati alle autorità competenti sulle tempistiche di apertura dei bandi europei comunitari, sulle modalità di valutazione dei progetti e sui ritardi cronici dei pagamenti.  “La mancanza di una governance chiara ed efficiente in Regione Campania - prosegue Maglione - è confermata dall’assenza di un assessorato dedicato al settore rurale in particolare alle misure principali di sviluppo, caso unico fra le regioni italiane. A questo punto - conclude il deputato - alla luce dei negoziati attualmente in corso per la definizione del nuovo bilancio pluriennale, ho chiesto ai Ministri di sottoporre ad approfondimento questa vicenda, anche negli opportuni tavoli di discussione europei, al fine di assicurare, per il prossimo ciclo finanziario, il raggiungimento degli obiettivi delle politiche di coesione, con specifico riguardo alla Regione Campania”. Dure anche le parole del Consigliere regionale del Movimento 5 stelle Michele Cammarano. “La scellerata gestione dei fondi per i giovani agricoltori è forse la responsabilità più grave della giunta de Luca perché ha cancellato per sempre le speranze di lavoro di un'intera generazione di giovani campani”.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento