menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Consiglio dei Ministri approva il decreto "Cura-Italia": ecco le misure

Sanità, cassa integrazione, voucher baby sitter, una tantum per gli autonomi. Il premier Conte: "Mettiamo in campo 25 miliardi di denaro fresco e attiviamo flussi per 350 miliardi: è una manovra economica"

"Mettiamo in campo 25 miliardi di denaro fresco e attiviamo flussi per 350 miliardi: è un intervento poderoso". Così il premier Giuseppe Conte ha presentato la manovra economica per fronteggiare la crisi. Arriva il decreto "Cura Italia": cassa integrazione, congedi parentali e voucher baby-sitter da 600 eur0, una tantum per lavoratori autonomi.

Il dettaglio

Il DL approvato dal Consiglio dei Ministri prevede la sospensione delle scadenze fiscali e contributive previste per alcune attività e per le imprese che nel 2019 hanno fatturato meno di 2 milioni di euro, fino al 31 maggio, mentre per tutti sono rinviate al 20 marzo le scadenze fiscali e contributive previste. Il Decreto rafforza gli ammortizzatori sociali, in caso di sospensione dell’attività lavorativa per contenimento della diffusione del COVID 19. Per far fronte al periodo di sospensione dell’attività le imprese, in base alle proprie caratteristiche, possono usare ammortizzatori sociali per i propri dipendenti (ma non per i tirocinanti). Le imprese industriali (manifatturiere, di trasporti, estrattive, di installazione di impianti, produzione e distribuzione dell’energia, acqua e gas ecc.) possono utilizzare la Cassa Integrazione Ordinaria. Le imprese con più di 5 dipendenti, escluse da CIGO e che non siano iscritte ad un fondo di solidarietà bilaterale, possono inoltre accedere al FIS (Fondo di Integrazione Salariale) per ricevere le seguenti prestazioni: lavoro subordinato, tutte le tipologie (compresi apprendisti) tranne le esclusioni (lavoratori a domicilio e dirigenti) assegno ordinario con causale “COVID-19 – CORONAVIRUS” per 80% della retribuzione globale spettante per le ore non lavorate. Per i lavoratori autonomi (Collaboratori coordinati e continuativi; Agenti commerciali; Lavoratori autonomi ex art. 2222 cod. civ.;Professionisti, iscritti alla gestione separata INPS; Titolari di attività d’impresa (P. IVA), iscritti alla gestione separata commercianti o artigiani dell’INPS) 600 euro una tantum.

Credito d’imposta canoni di locazione

Al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19, ai soggetti esercenti attività d’impresa è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 60 per cento dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1.

Informazioni utili per i dipendenti

Chi assiste persone disabili potrà chiedere fino a 24 giorni in più di permesso nei prossimi due mesi.  Il Decreto Legge ha disciplinato che i permessi previsti dalla legge 104 potranno essere aumentati di 12 giorni sia nel mese di marzo che nel mese di aprile. E' previsto un premio di 100 euro per il mese di marzo 2020 ai lavoratori dipendenti, pubblici e privati, che abbiano continuato a lavorare nella sede di lavoro. Il premio spetta a chi guadagni non più di 40mila euro l’anno ed è esentasse. Tale premio verrà rapportato ai giorni di lavoro in sede e verrà dato in via automatica dal datore di lavoro, se possibile nella busta paga di aprile o comunque entro il conguaglio di fine anno.  Infine, il congedo parentale è stato aumentato a 15 giorni al mese e può essere usufruito alternativamente tra i genitori, in alternativa i genitori che dovranno lavorare potranno usufruire del nuovo bonus baby-sitter

Sanificazione

Allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o  professione è riconosciuto, per il periodo d'imposta 2020, un credito d'imposta nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino ad un 
massimo di 20.000 euro. Il credito d'imposta è riconosciuto fino all'esaurimento dell'importo massimo di 50 milioni di 
euro per l'anno 2020.

Differimento udienze

Sono prorogate fino al 15 aprile 2020 le misure già  adottate di rinvio delle udienze civili, penali e amministrative, con le relative sospensioni dei termini già adottate precedentemente fino al 22 marzo 2020.

Disoccupazione agricola

Il termine per la domanda di  disoccupazione agricola è prorogato, solo per le domande in competenza  2019, al giorno 1° giugno 2020.

Sport e sospensione versamenti

Il provvedimento consente alle ASD di non procedere, fino al 31 maggio 2020, al versamento dei canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello  Stato e degli enti territoriali. I versamenti sospesi sono effettuati in unica soluzione entro il 30 giugno 2020, senza applicazione di sanzioni ed interessi.

Indennità collaboratori sportivi

Il provvedimento prevede un fondo per la copertura  delle indennità perdute dai collaboratori sportivi nel periodo di emergenza covid-19.

La guida >>> Quando si può uscire di casa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento