Ritardi e disservizi alla stazione di Salerno, l'Adoc: "E' previsto un indennizzo"

Il presidente dell'Adoc, Salsano, invita tutti gli utenti a far valere i propri diritti contro Trenitalia: ecco le modalità

Treni

"Ancora una volta, stamani, presso la stazione ferroviaria di Salerno si sono verificati disservizi che hanno pesantemente ritardato la partenza dei convogli sull’ordinaria tabella oraria, non ci sono stati tafferugli, ma forti tensioni tra gli utenti, sempre più stanchi di un servizio che crea problemi e incertezze, e il personale addetto". Parola del presidente dell'Adoc di Salerno, Nicola Salsano.

"Invitiamo i cittadini a sostenere la protesta contro Trenitalia per i tagli e i disservizi alle centinaia di pendolari e viaggiatori salernitani - continua - L’Adoc, insieme alle associazioni dei pendolari, invita la Regione Campania a fornirci i dati delle corse stabilite sulla tratta ferroviaria, Salerno - Napoli, corse che Trenitalia non riesce mai ad assicurare, per l’aumento dei treni guasti e non riparabili causa mancanza materiali di ricambio". L'associazione intende dire "basta" alla "cancellazione dei treni, oltre che a far crescere la tensione tra utenti e personale di contatto, aggrava l’isolamento di Salerno e della sua provincia, di un territorio con quasi 1 milione e duecentomila abitanti".

"Cosa succederà fra 12/18 mesi per i tagli che si prefigurano sui servizi pubblici? -  domanda preoccupato Salsano - Chiediamo ai grandi assenti, Provincia e Comune capoluogo, i quali, sulla ormai nota vicenda della Cstp hanno già dato prova delle proprie capacità, gestionale e di programmazione, se esiste un progetto che preveda investimenti, con le ultime risorse europee disponibili, sul trasporto pubblico locale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente dell'Adoc, infine, ricorda che la Corte di Giustizia Europea, con sentenza n° C-509/11 del 26.9.2013, ha stabilito che in caso di ritardo i viaggiatori dei treni hanno diritto all’indennizzo (quando previsto), anche se tale ritardo è stato causato da forza maggiore come maltempo o agitazione sindacali. "Quando il ritardo dei treni sarà compreso tra i 60 e 119 minuti, i viaggiatori avranno diritto ad un indennizzo del 25% del prezzo del biglietto, se il ritardo supera i 119 minuti, l’indennizzo sarà del 50%", annuncia, infine, Salsano che resta a disposizione degli utenti interessati.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapertura dei ristoranti in Campania: la Regione pubblica il video

  • Giù dal quinto piano di casa, dramma a Nocera: muore ragazzo di 16 anni

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Fiume Sele: dopo il lockdown, un'esplosione di colori e biodiversità

  • Rissa in pieno centro a Pontecagnano: un giovane in ospedale

Torna su
SalernoToday è in caricamento