menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto facebook

foto facebook

Area di crisi industriale: la posizione dell'associazione "Insieme per Eboli"

Con una dura nota stampa, l'associazione spiega che non solo Eboli ma anche diverse aree industriali con importanti criticità sono rimaste escluse dal provvedimento sulla base dei parametri imposti

In merito all'esclusione di Eboli dall'elenco delle “aree di crisi industriale non complessa”, approvato nei giorni scorsi dalla Giunta della Regione Campania, si registra la dura presa di posizione dell’Associazione e del Gruppo politico “Insieme X Eboli”, intervenuti sull'argomento insieme all'Assessore allo Sviluppo Economico Maria Sueva Manzione.

"Non solo Eboli ma anche diverse aree industriali con importanti criticità sono rimaste escluse dal provvedimento sulla base dei parametri imposti dal D.M. 4 agosto 2006 - dice Manzione - per le aree che non rientrano tra quelle di crisi non complessa sono previsti altri sostegni: fondi per 48 milioni resi disponibili dal Ministero per lo Sviluppo Economico, lo strumento degli Accordi di Programma, ulteriori misure già previste nell’ambito degli strumenti di programmazione dei fondi nazionali e comunitari".


“Il confronto con la Regione Campania e con l’Assessore alle Attività Produttive Amedeo Lepore, con il quale è stato già programmato un incontro nei prossimi giorni – dice il Capogruppo Pierluigi Merola – è stato già avviato e, pertanto, confidiamo nella prosecuzione di tale positivo metodo nella fase che si aprirà ora relativamente alla finalizzazione, sui Comuni attualmente esclusi dal provvedimento, delle risorse in perenzione di cui agli strumenti di programmazione nazionali”.


“All’incontro con l’Assessore Lepore, al quale va ogni ringraziamento per la immediata disponibilità – dice il Presidente di “Insieme X Eboli” Roberto Pansa – rappresenteremo anche i primi risultati raggiunti con l’atto di indirizzo per la riqualificazione e corretta impostazione dell’Area P.I.P promosso un anno fa dal nostro Gruppo politico di concerto con il Sindaco Massimo Cariello: nuove assegnazioni Lotti per circa 1.500.000,00 euro, programmi di investimento in fase di start up, azzeramento dei contenziosi, ulteriori richieste per l’insediamento di nuove unità produttive sui Lotti a breve disponibili, nuova modalità di gestione della Società Consortile Mista. Inoltre, la posizione strategica della complessiva Area Industriale della Città di Eboli, essendo già caratterizzata dalla presenza di primari gruppi imprenditoriali, otterrà attenzione non solo al completamento della sua riqualificazione ma anche allo sviluppo competitivo delle Aziende insediate e di quelle pronte a farlo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento