“Green communities”, incontro con i sindaci dei comuni cilentani

Nota dell'ufficio stampa GAL

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Proseguono i lavori del progetto di Comunità Sostenibile "Green Communities" promosso dall'UNCEM (Unione delle Comunità e degli Enti Montani) e dal MATTM (Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare) - avviato con una convenzione nel 2010 e finanziato dal MATTM nelle Regioni Obiettivo Convergenza nell'ambito del Programma Operativo Interregionale (POI) "Energie rinnovabili e risparmio energetico (FESR) 2007-2013" con fondi comunitari e nazionali - al fine di ripensare le strategie di sviluppo di territori montani e rurali nella loro funzione di contenitori di biodiversità e di custodi del patrimonio tradizionale.

Mercoledì 6 marzo alle ore 15, presso la sede del GAL Casacastra, partner progettuale territoriale, Amministratori locali e gli Esperti UNCEM si sono dati appuntamento per verificare insieme quali attività è possibile intraprendere per procedere nella fase di sviluppo del progetto, alla luce dei risultati della prima fase di studio sulle possibilità di miglioramento delle prestazioni energetiche del patrimonio edilizio e della valorizzazione delle bio-masse forestali, in una prospettiva più generale di energy-modelling del territorio, da leggere e interpretare nel quadro delle sue interdipendenze tra diverse risorse e attività.

I risultati degli studi condotti nel Cilento dagli esperti del progetto Green Communities (nei comuni di Pollica, Futani, Magliano Vetere, Morigerati, Montano Antilia, Novi Velia e Omignano, Perito e Sessa Cilento e Casaletto Spartano) hanno mostrato che nel 2013 può partire una seconda fase in cui i progetti sugli edifici considerati per l'efficientamento energetico possono diventare cantierabili attraverso diverse azioni grazie alla nuova programmazione dei fondi strutturali 2014\2020 che daranno particolare attenzione anche all'efficentamento energetico e alle fonti rinnovabili, con la possibilità di un finanziamento complessivo per tutto o parte dei lavori di efficientamento.

L'incontro sarà strutturato proprio considerando le prospettive derivanti dalla nuova programmazione dei fondi strutturali 2014\2020, che daranno particolare attenzione proprio all'efficientamento energetico e alle fonti rinnovabili.

Considerati i progetti consegnati, si potrebbe procedere per gli interventi che possono essere finanziati sia con i risparmi che l'Ente ottiene dai risparmi derivanti dagli interventi stessi, che con i mutui che possono essere contratti con le banche locali.

Per continuare su una strada fattiva, i sindaci dei Comuni sopra indicati ed i rappresentanti delle Banche presenti in loco, sono stati invitati all'incontro per discutere di queste potenzialità e delle azioni da mettere in campo come Territorio.

Torna su
SalernoToday è in caricamento