menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'inaugurazione

Un momento dell'inaugurazione

Inaugurato Marina d'Arechi, Gallozzi: "Tra ottobre e novembre sarà finito tutto il Porto"

De Luca: "Il comitativismo, il burocrativismo e i cavilli rallentano gli investimenti e i lavori, mentre quando non si è imbrigliati ecco i risultati che sono un grande motivo di orgoglio"

Inaugurata stamattina, dal sindaco di Salerno e viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Vincenzo De Luca, l'area del cantiere nautico di Marina d'Arechi, a Salerno. Settemila metri quadrati di superficie dedicati alle attività di alaggio, varo, rimessaggio, manutenzioni e refitting, con una vasca di raccolta e depurazione delle acque di lavaggio, un'officina specializzata, un carrello di sollevamento a motore. Inoltre, non manca il nuovo travel lift capace di sollevare imbarcazioni fino a 220 tonnellate di peso in tempi rapidissimi, nella massima sicurezza ed a condizioni competitive.

Si tratta di un'offerta cantieristica che promette di rispondere alle esigenze di imbarcazioni di ogni dimensione e tipologia, 365 giorni all’anno: il completamento dei lavori sulla banchina Sud segue anche quello dell’imponente impianto di carburante, che con i suoi 14 erogatori e circa 100 metri di banchina dedicata, rappresenta una delle maggiori stazioni di rifornimento per la nautica.

''Il Marina d'Arechi - spiega il sindaco - è uno dei tasselli più importanti della trasformazione consapevole che stiamo realizzando sul Fronte del Mare a Salerno. Grazie alla positiva sinergia tra capitali privati e fondi pubblici dotiamo Salerno di nuovi porti, spiagge, alberghi e locali commerciali, infrastrutture e strade, servizi tutti di alta qualità architettonica''. ''Il nostro progetto - incalza il presidente Agostino Gallozzi - è nato con l'obiettivo di dotare Salerno di una marina internazionale nell'offerta, ma profondamente legato alle ricchezze del nostro territorio e alle sue peculiarità. Tra ottobre e novembre - annuncia - sarà finito tutto il Porto. Su un investimento complessivo di circa 80 milioni di euro, abbiamo già realizzato opere per 70 milioni, quindi il lavoro si può dire quasi concluso''.

"Il comitativismo, il burocrativismo e i cavilli rallentano gli investimenti e i lavori, mentre quando non si è imbrigliati ecco i risultati che sono un grande motivo di orgoglio'', ha aggiunto il sindaco che, interpellato dai giornalisti, non ha fatto diretto cenno all'indagine nella quale è coinvolto in merito al progetto urbanistico Crescent, ma ha sottolineato che ''siamo il Paese del comitativismo, senza capire che bisogna, invece, arrivare alla sburocratizzazione radicale''.

Sul completamento del Marina D'Arechi, quindi, il  Primo cittadino ha concluso: ''Si tratta di un'opera straordinaria. È un miracolo di concretezza e risolutezza, in una realtà come la nostra, dove a poche decine di chilometri vi è Bagnoli, ancora incapace di sapere quale sarà il suo futuro. Siamo, però, a livello nazionale, in un momento di grande crisi, soprattutto per la nautica. Il famoso governo dei tecnici ha messo in crisi, con le sue scelte, i cantieri navali e le barche dall'Italia si sono spostate in altre zone, come Croazia e Costa Azzurra: a volte gli ideologismi producono risultati opposti rispetto agli obiettivi''.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento