rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

Manovra finanziaria, al via le iniziative di protesta di Federconsumatori

A fronte degli ultimi tagli del Governo, l'associazione per la tutela degli utenti si mobilita per difendere i diritti dei cittadini. Domani, in piazza Vittorio Veneto, uno stand di protesta della Federconsumatori

Inizia la stagione di proteste di Federconsumatori Salerno che pronuncia forte e chiaro il suo "no" contro la manovra finanziaria del Governo. "Finiamola con le gradi manovre – ha esordito il presidente di Federconsumatori Salerno, Peppe Sorrentino -  Gli equilibri di bilancio che necessariamente devono essere raggiunti, non possono essere caricati sui soliti noti che pagano tasse e  sulle fasce meno abbienti". Secondo il presidente, infatti, l'ultima mossa del Governo equivale  "da un lato a tartassare le famiglie, frenare la crescita e offendere i pensionati, mentre dall'altro a elargire regali alle posizioni di rendita e ad aumentare i privilegi della casta”. Esprime la sua totale adesione allo sciopero della Cgil che si terrà martedì in città e a "Tasche vuote", manifestazione prevista il 15 settembre a Montecitorio, a Roma, Sorrentino, "per rilanciare lo sviluppo e protestare contro l’aumento di prezzi e la tassazione iniqua".

In attesa di prender parte alle due iniziative di protesta, Federconsumatori Salerno domani mattina, 3 settembre, scenderà in piazza per sensibilizzare i cittadini  sia sulle gravi condizioni in cui versa il Bel Paese, che sulla petizione al Parlamento Europeo che l'associazione insieme al comitato Mo'Bast! stanno portando avanti contro il caro assicurazioni al Sud.

"I salernitani hanno fin troppi motivi per protestare -conclude Sorrentino - Negli ultimi tre anni la crisi ha stritolato interi settori. Migliaia di lavoratori hanno perso il posto per la chiusura di attività di ogni genere e dimensione, ed in tutto questo i consumatori hanno lasciato sul tavolo milioni di euro a causa dell'aumento dei carburanti, dei tagli ai servizi essenziali come la Sanità ed il Trasporto, a causa di una politica energetica che punisce platealmente un Sud produttivo ed imprenditoriale. Ma anche grazie al fallimento di tutte quelle società, gran parte del Nord, che di punto in bianco hanno chiuso i battenti scappando col bottino". Appuntamento con Federconsumatori Salerno, dunque, fissato per domani mattina, dalle ore 10 alle 13, in piazza Vittorio Veneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manovra finanziaria, al via le iniziative di protesta di Federconsumatori

SalernoToday è in caricamento