rotate-mobile
Economia

Dall’Italia al Bangladesh: il porto di Salerno è il nuovo scalo di Kalypso

Il direttore di Kalypso: "Abbiamo valutato la possibilità di diversi scali italiani, ma alla fine il porto di Salerno è risultato essere la soluzione migliore"

Il porto di Salerno è il nuovo scalo di Kalypso che collega l’Italia al Bangladesh: dopo Ravenna, la compagnia di navigazione di proprietà di Rif Line aumenta le tratte di collegamento da Chattogram con l’aggiunta dello scalo campano. La compagnia, sotto la guida del Direttore Generale Franco Rondini, annuncia il nuovo scalo che collegherà l’Italia al Bangladesh. Al porto di Ravenna, dunque, si aggiunge quello di Salerno, al terminal SCT, che collegherà il nostro paese con la città bangladese di Chattogram.

La curiosità

Attualmente Kalypso dispone di una flotta di 5 navi, che percorrono tratte verso il Bangladesh e la Cina, collegate dai porti di Civitavecchia e Salerno con i porti di Taicang e Da Chan Bay per la Cina e Ravenna e Salerno per il porto di Chattogram per il Bangladesh. Sin dalla sua nascita, Kalypso ha sempre dichiarato un desiderio di crescita, puntando ad offrire un servizio qualitativamente sempre migliore, forte anche del supporto di Rif Line, che ha già investito nella compagnia oltre 25 milioni di dollari, e si prepara ad investirne altrettanti per il 2022.

Franco Rondini, Direttore Generale di Kalypso:

“È nostro fermo desiderio poter offrire un servizio sempre più completo ed efficiente, e per farlo avevamo sin da principio l’obiettivo di intensificare i collegamenti con un paese strategico come il Bangladesh.

Abbiamo valutato la possibilità di diversi scali italiani, ma alla fine il porto di Salerno è risultato essere la soluzione migliore”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall’Italia al Bangladesh: il porto di Salerno è il nuovo scalo di Kalypso

SalernoToday è in caricamento